|
napoli 2
28 luglio 2021, Aggiornato alle 16,09
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Gas a effetto serra, entra nel vivo la battaglia dell'Imo

Riunito il comitato per la protezione dell'ambiente marino dell'organizzazione dell'Onu


La battaglia per ridurre la produzione dei gas che causano l'effetto serra fa un nuovo passo avanti con l'importante riunione, in corso in questi giorni, del comitato per la protezione dell'ambiente marino dell'International Maritime Organization - Imo (MEPC 76). Aprendo la sessione, il segretario generale Kitack Lim ha evidenziato gli emendamenti chiave previsti per l'adozione, volti a ridurre l'intensità di carbonio delle navi del 40% entro il 2030. Ha sottolineato la necessità per l'Imo di attuare tempestivamente la strategia iniziale dell'organizzazione dell'Onu sulla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra dal trasporto marittimo, che garantirà il raggiungimento dei livelli previsti e la fornitura di un quadro normativo armonizzato a livello globale, in linea con l'accordo di Parigi. "Il fallimento non è un'opzione", ha precisato nel suo discorso Kitack Lim.

Il MEPC valuterà anche l'adozione di progetti di emendamento per vietare l'uso e il trasporto per l'uso come combustibile di olio combustibile pesante da parte delle navi nelle acque artiche; e progetti di emendamento alla Convenzione AFS sui controlli sul composto chimico cybutryne.
        

Tag: imo - ambiente