|
adsp napoli 1
17 maggio 2022, Aggiornato alle 15,38
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Finnlines sospende i collegamenti con la Russia

Interrotti i quattro servizi che con quattro navi collegano San Pietroburgo a Spagna, Belgio, Regno Unito e Germania, per 16 mila metri lineari di capacità rotabile

(Torsten Behrens/Flickr)

Alla luce del protrarsi della crisi in Ucraina e delle conseguenti tensioni internazionali, Finnlines, consociata del gruppo Grimaldi, ha deciso di sospendere i collegamenti marittimi con la Russia.

Nello specifico, sono stati interrotti i quattro servizi operati dalla compagnia finlandese che collegavano la Russia (San Pietroburgo) a Spagna, Belgio, Regno Unito e Germania. Le quattro navi ro-ro impiegate su questi servizi – tutte battenti bandiera finlandese e dalla capacità totale di 16 mila metri lineari di merce rotabile – sono state riassegnate ad altri servizi intracomunitari fino a nuovo avviso.

L'ultimo scalo delle navi Finnlines in Russia è stato fatto il 7 marzo. La sospensione dei quattro servizi è stata preceduta da «una fase di accurata pianificazione durante la quale la compagnia ha provveduto ad informare i maggiori clienti coinvolti, al fine di ridurre al minimo i rischi e i costi per tutte le parti interessate da tale variazione», si legge in una nota del gruppo di Napoli, che ha spiegato nel dettaglio anche come sta contribuendo ad aiutare i civili, le famiglie e le aziende ucraine.

Le sue compagnie marittime stanno concedendo diversi servizi gratuiti o a tariffe ridotte agli spedizionieri che portano aiuti ai rifugiati. Grimaldi Lines sta offrendo gratuitamente servizi di trasporto marittimo a centinaia di bambini e famiglie ucraine in fuga dalla guerra. Anche Finnlines garantisce il trasporto gratuito sulle proprie navi passeggeri (impiegate tra Germania, Finlandia e Svezia) di cittadini ucraini. Infine, la Fondazione Grimaldi Onlus, guidata dalla famiglia Grimaldi, sta supportando iniziative di evacuazione e accoglienza a terra, raccolte di materiale medico a Napoli destinato ai campi profughi della Polonia Orientale, e ha dato disponibilità di alloggio in appartamenti per decine di rifugiati nelle città di Napoli e Palermo.

«Data la natura repentina della crisi – conclude la nota - l'elenco delle azioni di soccorso intraprese dal Gruppo Grimaldi è ad oggi in costante aggiornamento e ulteriori fondi sono stati stanziati a supporto di future iniziative per arginare la grave emergenza».

-
credito immagine in alto