|
adsp napoli 1
25 febbraio 2024, Aggiornato alle 18,24
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Fincantieri realizzerà un terzo sottomarino per la Marina

Un near future submarine sulla base della classe U-212A, di progettazione tedesca. Il primo sarà consegnato nel 2027


Fincantieri realizzerà un terzo sottomarino per la Marina militare. Lo annuncia il gruppo cantieristico.

Si tratta di unità di nuova generazione, near future submarine (NFS), basate sulla classe U-212A la cui progettazione, di origine tedesca, risale al 1994. La costruzione del terzo sottomarino ha ricevuto l'approvazione parlamentare e proseguirà ora il consueto iter amministrativo.

Il programma, che comprende due battelli contrattualizzati nel 2021, prevede anche il supporto di servizio e l'addestramento dell'equipaggio, tutto gestito da OCCAR (Organisation Conjointe de Coopération en matière d'Armement, l'organizzazione internazionale di cooperazione per gli armamenti).

I primi due battelli saranno consegnati nel 2027 e nel 2029, con il taglio lamiera della seconda unità previsto per il prossimo 6 giugno.

Le modifiche progettuali alla classe U-212A sono significative e sono sviluppate autonomamente da parte di Fincantieri in accordo ai requisiti della Marina militare.  Nei prossimi anni andranno a sostituire l'attuale flotta subacquea italiana, basata su quattro unità della classe "Sauro". Servono inoltre a tenere aggiornato questo comparto della Marina, consolidando i vantaggi tecnologici e offrendo lavoro per i prossimi anni all'indotto delle piccole e medie imprese della cantieristica navale.

I compiti che i sottomarini svolgono quotidianamente vanno dalle missioni prettamente militari, l'antipirateria, la sicurezza delle vie di approvvigionamento energetico e dei flussi di dati, per esempio quelli dei cavi sottomarini che trasmettono internet tra un continente e l'altro.

Come spiega Pierroberto Folgiero, amministratore delegato di Fincantieri, «il programma NFS ci vede ricoprire sia il ruolo di design authority che quello di prime contractor e il suo prosieguo rappresenta un'importante conferma delle leadership tecnologiche e gestionali di Fincantieri, in piena continuità con quanto delineato dai capisaldi del nostro piano industriale. Il sottomarino è un asset strategico-industriale unico nel suo genere, che riassume i più alti standard che la cantieristica navale può esprimere e che afferisce la subacquea, un comparto in cui si giocheranno partite fondamentali anche grazie alla nostra visione del futuro».