|
Porto di Napoli
16 ottobre 2018, Aggiornato alle 19,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Fincantieri e Mer Mec acquisiscono Vitrociset

L'accordo rafforza servizi, prodotti e qualità per la clientela del militare


Fincantieri e Mer Mec, società del gruppo Angel di Vito Pertosa - produttore ad alta tecnologia per l'aviazione, l'aereospazio, il trasporto terrestre e i sistemi telematici di sorveglianza -, hanno firmato un accordo per l'acquisizione congiunta e paritaria del 98,54% di Vitrociset, società che opera nella logistica e nel campo civile e militare delle tecnologie informatiche e comunicative. 

Vitrociset è attiva nella progettazione di sistemi di automazione, comando e controllo, nelle attività di test, simulazione e training e nello sviluppo di sistemi per la sicurezza e distribuzione dati attraverso tre Business Unit: Defence & Security, Space & Big Science e Transport & Infrastructure. La società si rivolge a mercati fortemente competitivi ed estremamente diversificati e serve un ampio ventaglio di clienti istituzionali, corporate ed enti governativi, fra cui il Ministero della Difesa, l'Esercito Italiano, la Nato Support Agency, l'Agenzia Spaziale Europea e Lockheed Martin, per citarne solo alcuni. Occupa circa 800 dipendenti e ha realizzato nel 2017 ricavi per circa 163 milioni di euro, previsti in crescita nel 2018. 

Il closing sarà soggetto alle consuete condizioni previste per questo tipo di operazioni nonché al mancato esercizio della golden power da parte del Governo italiano. Con questa operazione Fincantieri, afferma in una nota, «rafforzerà il proprio portafoglio prodotti e servizi nell'ambito della divisione Services, creando un centro di eccellenza ad altissimo contenuto tecnologico dedicato all'ingegneria dei sistemi di difesa». 

L'amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono ha commentato: «Acquisire una società dell'importanza di Vitrociset ha una valenza strategica significativa. Questa operazione infatti, ci permetterà non solo di allargare e potenziare le nostre competenze e quelle delle nostre controllate che operano con noi in questi ambiti, ma ci consentirà anche di ampliare la gamma e la qualità della nostra offerta e di avere accesso ad un bacino di risorse altamente qualificate. Questa acquisizione si inserisce perciò pienamente nella strategia, già da tempo avviata da Fincantieri, di rafforzare le nostre competenze per fornire ai nostri clienti il supporto logistico indispensabile per l'operatività delle navi militari».