|
napoli 2
17 gennaio 2021, Aggiornato alle 12,50
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Fatturato Grendi cresce del 12 per cento nel 2020

Grazie al rafforzamento delle linee verso la Sardegna, il traffico ha risposto bene. Quest'anno un nuovo terminal a Cagliari e un nuovo servizio trisettimanale per i rotabili

Costanza Musso, amministratrice delegata del gruppo Grendi (Grendi Trasporti/youtube)

Cresce del 12 per cento il fatturato consolidato del gruppo Grendi nel 2020, salendo a 56 milioni di euro.

Con il rafforzamento dei collegamenti tra Marina di Carrara e Sardegna – isola collegata dal 1967 – quest'anno il gruppo ha dimostrato una grande forza, considerando di quale anno stiamo parlando. Per quest'anno sono previsti una nuova linea trisettimanale con la Sardegna («nel più breve tempo possibile», ha sottolineato l'ad del gruppo, Antonio Musso) e la realizzazione di un terminal a Cagliari. Infine, il cambio di una nave a noleggio, la Severine per la Wedelsborg, più capiente.

La capogruppo M.A. Grendi, fondata nel 1828, ha trasportato nel solo Meridione d'Italia 150 mila tonnellate di merce, crescendo del 17 per cento.

Per quanto riguarda i traffici, nel 2020 la merce trasportata (principalmente rotabili) è cresciuta del 17 per cento tra Marina di Carrara e Sardegna, pari a 303,515 metri lineari.

«Nel 2020 abbiamo ampliato le nostre infrastrutture con investimenti in magazzini e mezzi per oltre 3 milioni di euro», spiega Costanza Musso, amministratrice delegata di MA Grendi. «A luglio - aggiunge - abbiamo aperto la nuova piattaforma distributiva di Olbia di quasi 2 mila metri quadri e a dicembre abbiamo comprato un magazzino di 3,200 metri quadri nell'interporto di Bologna, adiacente a quello già in uso».

-
credito immagine in alto