|
Porto di Napoli
24 settembre 2018, Aggiornato alle 14,05
intersped
Informazioni Marittime
Naples Shipping

Due relitti e un faro sommerso, la "caccia grossa" degli archeologi messicani

I ritrovamenti avvenuti nelle acque dello Yucatan ad opera dell'Instituto Nacional de Antropologia e Historia


Due relitti di navi scoperte in un colpo solo. E già che c'erano, gli archeologi messicani hanno ritrovato sui fondali dello Yucatan anche un faro dimenticato. Davvero una fortunata "caccia grossa" per l'Instituto Nacional de Antropologia e Historia, come ci racconta Michele Stefanile nel suo blog Archeologia Subacquea


Il primo relitto potrebbe verosimilmente essere identificato con una fregata olandese del XVIII. Sul fondale sono stati trovati 12 cannoni in ferro di manifattura olandese, lunghi 2,5 metri, oltre a ceramiche e proiettili, compatibili con la notizia d'archivio di due naufragi avvenuti nell'inverno del 1722, per effetto di forti venti da Nord, in cui sarebbero andate perdute due fregate cariche di merci di contrabbando. Il secondo relitto è invece ciò che resta di un battello a vapore, costruito tra il 1807 e il 1870. Un faro del XIX secolo, infine, alto 8 metri e sprofondato in mare a seguito di una tempesta tropicale, è stato localizzato grazie alle segnalazioni di subacquei locali a 2 miglia dal porto di Sisal.