|
Porto di Napoli
19 ottobre 2018, Aggiornato alle 16,32
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Politiche marittime

Dogane, Ue lancia "eManifest" per sveltire le formalità di carico

Il progetto pilota, studiato dalla Commissione Europea e dall'Emsa, è stato illustrato nei giorni scorsi in Confitarma


La scorsa settimana si è tenuta in Confitarma una riunione con i rappresentanti delle Dogane e del Comando Generale delle Capitanerie di Porto che hanno illustrato l'attuazione in Italia di "eManifest Pilot Project in 2016-2017". Tale progetto, riferisce l'Agenda Confitarma, è stato lanciato dalla Commissione, assistita dall'Emsa, al fine di dimostrare come un "Full eManifest", che comprenda diverse formalità sul carico richieste dalle autorità marittime e doganali, possa essere effettuato elettronicamente in modo armonizzato attraverso la National Single Window (NSW) per ridurre il peso amministrativo a carico delle compagnie di navigazione e migliorare l'efficienza del trasporto marittimo. Lo scopo finale è di sviluppare una EU Maritime Single Window.

Nel corso della riunione è emerso come, in Italia, le Dogane e le Capitanerie di porto abbiano avviato una concreta ed efficiente sinergia, ognuna per le parti di propria competenza nelle operazioni di trasporto marittimo nei porti nazionali (le dogane per quanto concerne la merce e le Capitanerie per quanto concerne le navi). Il tutto semplificando le procedure di trasmissione nave/porto. Le compagnie di navigazione presenti alla riunione hanno confermato la loro disponibilità ad aderire alla fase di test che verrà condotta nei primi tre mesi del 2017.

L'incontro in Confitarma è stato propedeutico alle prossime riunioni convocate a Bruxelles: la prima il 31 gennaio presso l'Ecsa e la seconda il 9 febbraio presso la Commissione europea che ha chiesto la cooperazione dell'Ecsa per identificare le compagnie di navigazione europee interessate a partecipare al progetto.