|
adsp napoli 1
21 maggio 2024, Aggiornato alle 18,55
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Logistica

Decreto flussi, oltre 30 mila potenziali autotrasportatori

Le ultime novità dal decreto che programma l'ingresso dei lavoratori non comunitari nel 2022

(Tricia/Flickr)

Sulla Gazzetta ufficiale n. 21 del 26 gennaio è stato pubblicato il cosiddetto "decreto flussi", il decreto del presidente del Consiglio del 29 dicembre 2022 ("Programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello Stato per l'anno 2022").

Nell'ambito della quota complessiva di 82,075 unità di lavoratori stranieri residenti all'estero ed ammessi in Italia, Fai-Conftrasporto previsa che 30,105 ingressi sono ammessi in Italia per motivi di lavoro subordinato non stagionale nei settori dell'autotrasporto merci per conto terzi, dell'edilizia, turistico-alberghiero, della meccanica, delle telecomunicazioni, dell'alimentare e della cantieristica navale, da Paesi che hanno sottoscritto o stanno per sottoscrivere specifici accordi di cooperazione in materia migratoria, così ripartiti: 

• 24,105 lavoratori subordinati non stagionali cittadini di Albania, Algeria, Bangladesh, Bosnia-Herzegovina, Corea (Repubblica di Corea), Costa d'Avorio, Egitto, El Salvador, Etiopia, Filippine, Gambia, Georgia, Ghana, Giappone, Guatemala, India, Kosovo, Mali, Marocco, Mauritius, Moldavia, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Peru', Repubblica di Macedonia del Nord, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Tunisia, Ucraina; 

• 6 mila lavoratori subordinati non stagionali cittadini di Paesi con i quali nel corso dell'anno 2023 entrino in vigore accordi di cooperazione in materia migratoria 

Di 38,705 unità è autorizzata la conversione in permessi di soggiorno per lavoro subordinato di: 

• 4,400 permessi di soggiorno per lavoro stagionale;
• 2 mila permessi di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale;
• 200 permessi di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo rilasciati ai cittadini di Paesi terzi da altro Stato membro dell'Unione europea. 

I termini per la presentazione delle richieste da parte dei datori interessati decorrono dalle ore 9 del dal 27 marzo prossimo fino ad esaurimento dele quote e, comunque, entro il 31 dicembre 2023.  I ministeri coinvolti - Lavoro, Interno ed Agricoltura - hanno emanato la consueta circolare esplicativa completa degli allegati. Per quanto riguarda l'autotrasporto, Fai-Conftrasporto raccomanda di prestare attenzione a due aspetti: che le istanze per lavoro subordinato non stagionale nei settori dell'autotrasporto merci per conto terzi (modello B2020) e l'istanza di nulla osta per lavoro subordinato è ammessa soltanto in favore di lavoratori conducenti muniti di patenti professionali equivalenti alle patenti di categoria CE che risultino convertibili in Italia sulla base di vigenti accordi di reciprocità (attualmente esistenti con: Albania, Algeria, Marocco, Moldova, Repubblica di Macedonia del Nord, Tunisia, Ucraina). Infine, la circolare ribadisce che la condizione necessaria per l'impiego di questi autisti, non solo in Italia ma in tutta Europa, è che abbiano conseguito la Carta di qualificazione del Prot.9-01/2023.

-
credito immagine in alto