|
Porto di Napoli
24 settembre 2018, Aggiornato alle 17,23
intersped
Informazioni Marittime
Naples Shipping
Armatori

d'Amico chiude in perdita il periodo gennaio-settembre 2017

Ma nel terzo trimestre la compagnia di navigazione ha registrato qualche segno di miglioramento 


Una perdita netta di 13,6 milioni di dollari rispetto all'utile netto di 6,1 milioni registrato nello stesso periodo dell'anno precedente. E' questo il dato più significativo emerso dal conto economico dei primi nove mesi del 2017 della d'Amico International shipping.


Un tale risultato, spiega la società armatoriale, è dovuto in gran parte alla maggiore debolezza del mercato delle navi cisterna, soprattutto nel primo semestre di quest'anno. Qualche segno di miglioramento c'è stato comunque nel terzo trimestre rispetto al secondo, da una perdita di 8 a una di 7,4 milioni di dollari.


"Nel corso del terzo trimestre dell'anno – dichiara il ceo di d'Amico International shipping, Marco Fiori - la compagnia ha realizzato un ricavo medio spot al giorno superiore del 18% rispetto al livello ottenuto nello stesso trimestre del 2016".

Previsioni per il mercato di settore
"Ritengo ci siano chiari segnali di miglioramento del mercato – aggiunge Fiori – sia dal lato dell'offerta che da quello della domanda. Dal lato della domanda, l'elevato livello di scorte di prodotti petroliferi che ha fortemente penalizzato il mercato negli ultimi due anni, sembra si stia assestando su livelli più ragionevoli. La crescita dell'economia mondiale attesa per il prossimo anno dovrebbe, inoltre, dare un'ulteriore spinta alla domanda per il trasporto di prodotti petroliferi raffinati. Allo stesso tempo, dal lato dell'offerta, si stima che il numero di consegne di nuove navi dovrebbe toccare un livello storicamente molto basso entro la fine del 2017".