|
napoli 2
26 novembre 2021, Aggiornato alle 15,42
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Crociere, Thamm: "Biglietti fino al 15 per cento più cari"

Il settore sta andando incontro a una profonda trasformazione, il cui primo affetto sarà l'aumento dei costi di un viaggio in crociera

Ilaria Caprioglio, sindaco di Savona, con il CEO di Costa Crociere, Michael Thamm

Con un tracollo all'anno zero dei passeggeri, dopo anni di crescita e investimenti esponenziali consolidando un turismo di massa, l'industria delle crociere si prepara a una trasformazione radicale, il cui primo effetto sarà il rincaro dei biglietti. «È possibile che aumentino moderatamente. È ipotizzabile che le crociere costino dal 10 al 15 per cento in più», ha affermao al Die Welt am Sonntag Michael Thamm, CEO del gruppo Costa.

L'aumento dei prezzi avrà inevitabilmente un impatto sul target di riferimento, perlomeno finché la pandemia non sarà passata. La quasi totalità delle navi è ferma. Sono pochi i porti del mondo dov'è possibile transitare, imbarcare e sbarcare. Uno di questi è l'Italia, Paese strategico per un'economia che nel 2019 ha girato intorno a un flusso passeggeri di poco più di 10 milioni di persone, un terzo del volume mondiale, pari a circa 30 milioni di persone, quest'anno ridotto complessivamente di circa il 90 per cento essendo stato attivo soltanto i primi tre mesi dell'anno e avendo timidamente ripreso ad agosto, saltanto praticamente l'alta stagione. Nel Mediterraneo attualmente sono operative un paio di navi, una di Costa Crociere e una di Msc Crociere. In Germania Aida Cruises ha sospeso i viaggi e Royal Caribbean salpa solo da Singapore. Norwegian Cruise Line ha fermato tutte le sue navi a tutto il 2020.

«Abbiamo perso vendite per 400 milioni di euro al mese. Non possiamo compensare questo con la riduzioni dei costi», continua Thamm, secondo il quale le misure prese su questo tipo di viaggi sono eccessive, avendo dimostrato, dopo la ripartenza estiva, di essere molto sicure, avendo registrato pochissimi casi. «Durante i primi viaggi abbiamo dimostrato quanto funzionano bene le nostre misure di protezione dalla Covid. Dal mio punto di vista, un viaggio sulle nostre navi da crociera è praticamente privo di rischi», ha concluso.