|
napoli 2
18 ottobre 2021, Aggiornato alle 16,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Costa Crociere molla l'àncora il 27 marzo

La compagnia annuncia le nuove date. Costa Smeralda parte da Savona e Costa Luminosa il 2 maggio da Trieste

(Michela Simoncini/Flickr)

Le navi di Costa Crociere ripartono il 27 marzo. Lo annuncia la compagnia, contestualmente alla nuova data annunciata dalla "tedesca" Aida Cruises. Si comincia con Costa Smeralda con lo stesso itinerario dell'autunno scorso, mini-crociere di tre e quattro giorni verso Savona, La Spezia, Civitavecchia, Napoli, Messina e Cagliari.

Dall'1 maggio Costa Smeralda passa alle crociere settimanali nel Mediterraneo Occidentale, con scali a Savona, Civitavecchia, Palermo, Marsiglia, Spagna, Barcellona e Palma di Maiorca.

Il 2 maggio tocca a Costa Luminosa da Trieste verso Bari, Grecia e Croazia. L'itinerario è settimanale.

«La compagnia- spiega Costa Crociere in una nota - sta lavorando con le autorità nazionali e locali dei Paesi compresi negli itinerari delle sue navi al di fuori dell'Italia, per definire nel dettaglio le modalità di svolgimento delle sue operazioni, con procedure sanitarie e di sicurezza ulteriormente potenziate grazie all'implementazione del Costa Safety Protocol».

I dettagli degli itinerari, con la possibilità di acquistarli, saranno disponibili a breve sul sito dell'armatore e nelle agenzie di viaggio.

Le altre crociere in programma sino a fine maggio, non comprese nel programma aggiornato oggi, saranno cancellate. Costa sta provvedendo ad informare gli agenti di viaggio e i clienti interessati dai cambiamenti.

Le precauzioni prese per ridurre al minimo le possibilità di contagi sono quelle sperimentate con successo dall'estate scorsa. Le navi sono riempite al massimo della metà, per ciascun passeggero e membro dell'equipaggio c'è un test con tampone (l'equipaggio è testato periodicamente); vige il controllo della temperatura in ingresso e uscita dalla nave; le visite a terra sono solo tramite escursioni protette; è incentivato il distanziamento fisico, sia a bordo che nelle stazioni marittime; locali sanificati, mascherine e dispensatori igienizzanti sparsi per tutta la nave.