|
napoli 2
06 dicembre 2019, Aggiornato alle 17,29
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Politiche marittime

Comuni e pescatori fanno squadra con il nuovo "Arcipelago pulito"

Partito da Livorno, il progetto sperimentale toscano per contribuire a ripulire dalle plastiche il mare si estende ad altre città


Riparte e si amplia "Arcipelago Pulito", il progetto sperimentale toscano per contribuire a ripulire dalle plastiche il mare facendo squadra con i pescatori. Con un nuovo protocollo regionale d'intesa, al comune di Livorno si aggiungono Viareggio, Porto Santo Stefano e Porto Ercole sull'Argentario, Castiglione della Pescaia e Piombino.

Nei primi sei mesi del progetto, con sei pescherecci, i pescatori hanno raccolto18 quintali di rifiuti. Tutto è nato appunto da un vuoto normativo, da colmare. Per assurdo che possa sembrare, i pescatori che accidentalmente assieme ai pesci tirano su con le loro reti rifiuti e plastiche ne sono considerati ancora oggi responsabili nel momento in cui li conducono in porto. Sarebbero anche costretti a sobbarcarsene il costo di smaltimento. 

Nella pratica quello che così accadeva e da molte parti ancora accade è che i rifiuti venivano rigettati in acqua. Ogni giorno, tra san pietro e sugarelli, tra scampi e magari qualche sardina, rombo e polpo, tornavano puntualmente in mare vecchie taniche incrostate da conchiglie, a volte sterzi di motoscafi, torce da sub, sacchetti e contenitori di vario tipo.
 

Tag: rifiuti - pesca