|
Porto di Napoli
16 ottobre 2018, Aggiornato alle 19,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori

Carnival e Meraas realizzeranno un terminal a Dubai

Accordo tra la holding araba e l'armatore statunitense. Verrà inaugurato nel 2020 e farà coppia con un altro terminal


Un terminal da un milione di passeggeri con un'unica banchina capace di ospitare tre navi da crociera di ultima generazione, all'interno di un'area che in una dozzina d'anni dovrebbe ricavare oltre 300 milioni di euro l'anno dal turismo marittimo. Su queste basi Carnival Corporation e la holding araba Meraas hanno firmato un contratto per realizzare un nuovo terminal crociere a Dubai.

L'accordo è stato stretto tra il presidente del gruppo Meraas, Abdulla Al Hannai, e Arnold Donald, presidente e amministratore delegato di Carnival, armatore che movimenta il 45 per cento del turismo marittimo della Capitale degli Emirati. L'accordo è stato firmato anche dal primo ministro e vicepresidente degli Emirati, lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, e dal principe ereditario Hamdan bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum. 

Il terminal sarà inaugurato a ottobre 2020, andrà a sostituire l'attuale sbarco di navi da crociera a Port Rashid e farà coppia con un altro terminal. In una fase iniziale, dovrebbero movimentare un milione di passeggeri l'anno, rispetto ai 700 mila previsti per quest'anno a Port Rashid. Verranno realizzati tra Dubai e l'area di Mina Seyahi, una regione che nel 2030 varrà oltre 300 milioni di euro l'anno (1,5 miliardi di Dirham) di turismo marittimo e punta, stando alle ambizioni del governo arabo scritte nel Dubai Tourism Vision 2020, ad attrarre 20 milioni di visitatori l'anno. La coppia di terminal formerà un'area di 30 mila metri quadri capace di movimentare in un'unica giornata 13,200 passeggeri, diretti o provenienti da un'unica banchina chilometrica dove far accostare fino a tre navi contemporaneamente. In previsione di un aumento del traffico, il contratto stipulato tra Carnival e Meraas prevede la realizzazione di altri due terminal per un totale di 6 navi da crociera contemporaneamente.