|
Porto di Napoli
15 dicembre 2018, Aggiornato alle 12,25
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Armatori - Infrastrutture

Carmed (Maersk) approda a Salerno

Il nuovo servizio diretto, che opera anche a Napoli, collega i porti italiani con l'America centrale ed i Caraibi


È al via, con la partenza della full container «San Antonio» (foto), il nuovo servizio diretto Carmed della Maersk Line - annunciato la settimana scorsa - che collega i porti di Napoli e Salerno, con cadenza settimanale, agli scali caraibici dell'America Centrale. In 17 giorni sarà possibile raggiungere i porti di Cartagena (Colombia), Puerto Moin (Costa Rica) e Manzanillo (Panama), con tempi di transito velocissimi per queste tre destinazioni. L'unità, partita oggi da Salerno e ieri da Napoli, consolida la presenza nel porto di Salerno della danese Maersk Line, compagnia di navigazione top player mondiale, e della tedesca Hamburg Sud, di recente entrata nell'orbita Maersk.
«In oltre vent'anni di attività –commenta Agostino Gallozzi, presidente del Salerno Container Terminal (Sct)– queste due compagnie di navigazione ai vertici dello shipping mondiale hanno contribuito alla crescita dei traffici marittimi mercantili del porto di Salerno. La scelta di confermare e rafforzare la loro presenza nel nostro scalo evidenzia la valutazione positiva - anche nella prospettiva di crescita dei prossimi anni - rispetto agli standard di efficienza e competitività raggiunti a Salerno».
 
Nello specifico al servizio Carmed occorrono 17 giorni per raggiungere Cartagena, 20 per Puerto Moin e 23 per Manzanillo. La nuova Linea è specializzata nel particolare traffico dei contenitori refrigerati il cui carico è costituito principalmente da frutta esotica fresca (banane, ananas, etc). Si tratta di un servizio rispetto al quale il porto di Salerno ed il terminal Sct hanno maturato una notevole esperienza attraverso l'operatività di un'infrastruttura dedicata alla gestione dei carichi a temperatura controllata. La linea trasporterà, in import ed export - anche grandi quantità di carico non refrigerato.

«Credo che vada evidenziato - sottolinea ancora Agostino Gallozzi - il rafforzamento della presenza del porto di Salerno all'interno del network di Maersk Line attraverso il nuovo servizio settimanale che, subito dopo Salerno - scalato ogni venerdì -  tocca il porto di Algeciras, hub di riferimento centrale nell'ambito del sistema Maersk, da dove, con trasbordo, si assicurano i collegamenti marittimi globali per ogni destinazione verso l'Est, Ovest, Nord e Sud del mondo. E' l'ulteriore conferma della strategicità del nostro porto dal punto di vista della capacità di consolidare il proprio ruolo di infrastruttura logistica in grado di fare interagire le imprese che gravitano intorno ad esso con tutte le aree del globo verso le quali intendono proiettare il proprio business».