|
adsp napoli 1
12 aprile 2024, Aggiornato alle 18,59
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Carburanti sostenibili, Assitol: "Estendere lo sconto sull'accisa al biodiesel"

L'associazione italiana dell'industria olearia vede nell'equiparazione fiscale tra biofuel e gasolio commerciale un passo importante per accelerare la decarbonizzazione


È giusto estendere a tutti i produttori di biocarburanti liquidi sostenibili lo sconto sull'accisa già garantito al gasolio commerciale e, con la conversione in legge del Decreto "Rigassificatori", anche all'HVO. Lo afferma il gruppo Biodiesel di Assitol (associazione italiana dell'industria olearia), che vede nell'equiparazione fiscale tra biofuel e gasolio commerciale un passo importante per accelerare la decarbonizzazione, in particolare nel settore dei trasporti pesanti. Il biodiesel è prodotto principalmente dalla lavorazione di scarti, come l'olio di frittura, oppure i sottoprodotti degli oli vegetali.

Il problema nasce da una norma del provvedimento, appena approvato in via definitiva al Senato, che amplia l'agevolazione fiscale già esistente per il gasolio commerciale, utilizzato per il trasporto merci e passeggeri, soltanto all'HVO, biocombustibile ottenuto attraverso l'idrogenazione degli idrocarburi, escludendo così, senza alcuna valida ragione, tutti gli altri biocarburanti liquidi sostenibili. Una decisione che ha destato perplessità tra gli operatori del settore, proprio perché tale agevolazione ora viene autorizzata soltanto per una singola fonte rinnovabile. Si viene così ad alterare la concorrenza tra i produttori di biocarburanti, mettendo in difficoltà le società di trasporto commerciale, costrette a scegliere tra il gasolio commerciale e l'HVO pur di godere della riduzione dell'accisa.

Per il gruppo Biodiesel di Assitol, è evidente che ciò comporta un pesante svantaggio competitivo per il biodiesel, creando un'iniqua alterazione del mercato di riferimento. "Limitare l'agevolazione sull'accisa al solo HVO, prodotto da pochissime aziende, appare del tutto ingiustificato – spiega Joern Schneider, presidente del gruppo Biodiesel – e si pone in netto contrasto con la possibilità di immettere in consumo biocarburanti liquidi sostenibili in purezza, stabilita dal D.Lgs. 199/21, che promuove la produzione di energia da fonti rinnovabili nel settore dei trasporti".