|
adsp napoli 1
24 giugno 2024, Aggiornato alle 19,40
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Logistica

Cantieri ferroviari Pnrr, Rizzi (Fermerci): "Le interruzioni riducono del 60% l'operatività"

Per non danneggiare le aziende di settore, il direttore generale dell'associazione ritiene necessario gestire adeguatamente il programma nazionale di interventi


Se non gestite correttamente, le interruzioni ferroviarie programmate fino al 2026 per consentire i lavori del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza rappresentano una minaccia significativa per il settore del trasporto ferroviario delle merci. Lo ha detto Giuseppe Rizzi, direttore generale di Fermerci, nel corso del webinar "Quale futuro per il trasporto ferroviario merci italiano ed europeo?"

"Nel 2023 – ha spiegato Rizzi – il trasporto ferroviario merci italiano ha registrato una perdita del 3,2% rispetto all'anno precedente a causa delle tensioni geopolitiche e di molteplici contingenze, alcune delle quali impreviste. Le prospettive restano preoccupanti fino al 2026 a causa delle interruzioni ferroviarie che stanno determinando una transizione infrastrutturale del settore, necessaria per consentire l'attuazione dei lavori del Pnrr sull'infrastruttura ferroviaria, ma con una riduzione fino al 60% della capacità ferroviaria del trasporto merci".

"Se non adeguatamente gestita – ha aggiunto il dg di Fermerci – questa situazione rischia di compromettere ulteriormente la competitività del trasporto ferroviario merci italiano, già fanalino di coda rispetto agli altri Paesi europei, per quanto l'Italia detenga la quarta rete ferroviaria più estesa d'Europa. Nonostante questa capillarità, infatti, il settore della logistica ferroviaria delle merci in Italia è caratterizzato da volumi di traffico, pari al 12,6%, nettamente inferiori – ha concluso Rizzi – alla media europea, che si attesta al 17%".
 

Tag: ferrovie