|
napoli 2
23 luglio 2019, Aggiornato alle 15,27
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Cultura - Eventi

Campania tra musica, porti e città, al via Porto Aperto 2019

Dal 17 al 19 maggio la terza edizione dell'evento che quest'anno giunge alla maturità. Coinvolti ciascuno dei tre porti regionali. Spirito: "La polifunzionalità è la nostra forza"

Cimmino, Spirito, Daniele

di Paolo Bosso

Un porto polifunzionale, esteso su tre città e che fa della diversificazione il suo punto di forza. Il sistema portuale campano di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia celebra sé stesso, coinvolge i cittadini e festeggia tre anni di Autorità di sistema portuale del Tirreno centrale con la terza edizione di Porto Aperto, evento definitivamente sbocciato dopo i primi anni di lancio e sperimentazione. Tre giorni, dal 17 al 19 maggio, ciascuno dedicato a un singolo porto. Ci saranno le escursioni in barca per vedere i porti dal mare, le visite guidate ai monumenti e ai centri industriali storici, per concludere con i concerti di musica classica e moderna. Tutto gratis, aperto al pubblico, previa prenotazione fino ad esaurimento posti partendo dal sito dedicato.

Il presidente dell'Adsp, Pietro Spirito, l'assessore al Turismo di Napoli, Gaetano Daniele, il sindaco di Castellammare, Gaetano Cimmino, hanno sottolineato l'importanza di presentare questi tre porti come parte di un'unica realtà commerciale, pur con le sue specificità imprescindibili. «È una linea di costa estesa quanto il porto di Rotterdam, è naturale considerare il tutto come un unico sistema portuale e culturale», spiega Spirito, «ma senza dimenticare che stiamo parlando di tre porti con specifiche identità che andremo a conoscere nel corso di questi tre giorni».  Al porto di Napoli, oltre alle solite escursioni guidate via mare e ai battellaggi verso il molo borbonico del San Vincenzo, quest'anno ci saranno anche visite al porto commerciale (terminal container) e ai monumenti storici: gli ex Magazzini Generali, la stazione marittima e l'Immacolatella Vecchia, il cui cantiere di restauro sarà consegnato la settimana prossima. A Castellammare di Stabia - dove prossimamente avverrà, al polo Fincantieri, la consegna del più grande segmento navale destinato alla Marina mai realizzato dallo stabilimento navalmeccanico - ci sarà una visita guidata alla storica corderia militare. A Salerno i cittadini potranno conoscere la stazione marittima disegnata da Zaha Hadid, che nei prossimi anni, con la conclusione dei dragaggi, entrerà in piena attività. Infine, sempre a Salerno la serata vedrà un concerto di musica classica del Conservatorio Giuseppe Martucci, mentre il giorno dopo, a conclusione della manifestazione, musica moderna dal vivo nel porto capoluogo, lungo il molo Acton.