|
adsp napoli 1
26 febbraio 2024, Aggiornato alle 18,05
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Bruxelles presenta il "Percorso di transizione verso la mobilità verde"

Una fotografia con tanti numeri di contesto sui trasporti in Europa, che solo sul mare danno lavoro a un milione di persone

(Dmitry Djouce/Flickr)

La Commissione europea ha pubblicato il "Percorso di transizione della mobilità nell'Ue", un piano ad ampio respiro per i trasporti scritto insieme ai principali soggetti coinvolti: autorità nazionali e regionali, stakeholders e ONG, tra gli altri. Individua, sulla base di un approccio dal basso verso l'alto, le sfide, le opportunità, le condizioni e le azioni necessarie «per guidare la transizione verde e digitale e migliorare la resilienza dell'ecosistema, in linea con la  strategia industriale aggiornata dell'Ue». 

Leggi il documento integrale

Il piano è sostanzialmente una fotografia dei trasporti in europa, descrivendo soprattutto la quantità e la qualità della mobilità, lo stato dell'arte delle tecnologie e tanti numeri che contestualizzano il settore. Coinvolge tutte le modalità di trasporto - automobilistico, ferroviario, fluviale, marittimo e ciclistico - con i relativi servizi, ed è strettamente collegato con altri ecosistemi industriali. Stiamo parlando di un sistema che mobilità ogni anno più di 17 milioni di persone e genera un contributo di circa 1,2 mila miliardi di euro, pari al 7,6 per cento del PIL totale dell'Unione europea. 

Per quanto riguarda il solo trasporto marittimo e fluviale, l'80 per cento del commercio estero e il 40 per cento del commercio interno dell'Ue avvengono via mare. L'Ue controlla controlla il 39,5 per cento della flotta mondiale, 300 cantieri navali, 28 mila produttori di attrezzature marittime, per un valore di produzione aggregato di 125 miliardi di euro, pari al 23,8 per cento del valore della produzione mondiale di tecnologia marittima (pari a 482,5 miliardi. Infine, genera tra diretti e indiretti circa un milione di posti di lavoro.

La pubblicazione del rapporto segna l'inizio del processo di co-implementazione con i soggetti interessati che dovrebbero assumere impegni in linea con le azioni individuate. Il rapporto sarà inoltre presentato a tutte le parti interessate durante un evento a Bruxelles il 29 febbraio prossimo.

La Commissione europea istituirà una piattaforma di sostegno delle parti interessate del percorso di transizione per facilitare e monitorare questo processo.

-
credito immagine in alto

Tag: bruxelles