|
napoli 2
18 settembre 2020, Aggiornato alle 20,19
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Eventi

Big data nell'era della digitalizzazione, Wärtsilä allo Shipping and the Law

Mikael Sandberg, manager della società finlandese, interverrà domani a Napoli nella sessione dedicata alle tecnologie digitali


Wärtsilä partecipa alla settima edizione dell'evento Shipping and the Law, manifestazione internazionale organizzata a Napoli tra oggi 25 e domani 26 ottobre e dedicata al rapporto tra mondo legislativo e armatoriale, con un intervento nella sessione ‘Trasporto e big data nell'era della digitalizzazione' (in programma domani) a cura di Mikael Sandberg, General Manager del Digitalisation team di Wärtsilä.


La digitalizzazione e i suoi effetti rappresentano uno dei più importanti trend degli ultimi anni nell'industria dello shipping e comportano grandi opportunità ma, allo stesso tempo, anche nuove variabili da tenere in considerazione. L'Internet of Things in ambito navale - ovvero la connessione degli asset alla rete attraverso sensori e software, che li rendono tracciabili e gestibili da remoto – permette di raccogliere e monitorare i dati in tempo reale, per assicurare il pieno e continuo funzionamento delle macchine, aumentarne l'efficienza e massimizzarne la resa e disponibilità. Inoltre consente di risolvere problematiche tecniche sul campo in maniera rapida ed efficace, prevenendo l'insorgere di eventuali criticità maggiori grazie all'analisi dei dati tipici di macchina e ottimizzando le performance operative.


"L'industria sta cambiando radicalmente volto grazie alla digitalizzazione, è una rivoluzione massiccia che comporta innumerevoli benefici per gli armatori e l'intero comparto. Il valore potenziale annuo causato dall'applicazione dell'Internet of Things a una singola nave è compreso tra 1 e 1,5 milioni di dollari e deriva dalla combinazione di minori consumi, manutenzione e impatto ambientale. Proprio grazie a questa concreta ottimizzazione, si stima che il numero di navi connesse possa crescere di 3000-7000 unità per anno, con notevoli benefici in termini ambientali e di business" afferma Mikael Sandberg. "È importante però che la sicurezza informatica non venga sottovalutata e cresca di pari passo. Così come in altri ambiti, è necessario rendere disponibile un'infrastruttura tecnologica affidabile e capace di salvaguardare il comparto al fine di evitare eventuali minacce informatiche, in grado di causare problematiche rilevanti. Come annunciato dall'Imo lo scorso maggio, l'industria deve valutare seriamente questo rischio ed essere pronta a fronteggiare simili emergenze, non in futuro ma già adesso" conclude Sandberg.

Grazie all'acquisizione di Eniram e a diverse soluzioni proprietarie, Wärtsilä offre un range di servizi con l'obiettivo di gestire e analizzare in tempo reale i dati provenienti dalle navi e dalle piattaforme nel mondo, adottando al contempo gli standard più alti in termini di sicurezza.