|
adsp napoli 1
03 ottobre 2022, Aggiornato alle 18,36
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Bene la ripresa (se non fosse per la guerra): Confetra pubblica l'Almanacco della logistica 2022

Il presidente Nicolini ritiene difficile sostenere gli investimenti con il conflitto russo-ucraino in corso

Guido Nicolini

Dopo il 2020 segnato dal lockdown, il forte rimbalzo della produzione industriale italiana nel 2021 (più 11,8%) ha portato ad una consistente ripresa degli scambi con l'estero sia in import che in export e, conseguentemente, una buona ripresa della logistica in tutte le modalità di movimentazione delle merci. Il dato confortante emerge dall'Almanacco della logistica 2022 elaborato dal centro studi Confetra. 

Il traffico stradale e autostradale dei veicoli pesanti ha recuperato il dato pre-pandemico, e lo stesso vale per le merci movimentate per via aerea. Il traffico ferroviario è cresciuto sia in termini di treni-chilometri (+13%) sia di tonnellate di merce trasportata (+16,6%). Il settore marittimo ha visto una consistente crescita del transhipment, ma una contrazione delle rinfuse liquide (-10,4%). Bene invece il traffico ro-ro, che supera anche i numeri del 2019, e le rinfuse solide.

Nonostante i dati sostanzialmente positivi, dobbiamo però fare i conti con nuovi problemi. "Pensavamo di intravedere la luce in fondo al tunnel dopo due difficili anni – spiega Guido Nicolini, presidente di Confetra – ma dobbiamo, purtroppo, affrontare questa ulteriore terribile crisi legata al conflitto russo-ucraino. In una fase come questa, è difficile sostenere la ripresa degli investimenti. Tutte le materie prime hanno infatti subito fortissimi rialzi e questi rincari divoreranno una parte importante della ripresa".
 

Tag: Confetra