|
napoli 2
15 giugno 2021, Aggiornato alle 15,14
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Bellanova a bordo di Msc Grandiosa: "Blue economy imperativo categorico"

La viceministra alle Infrastrutture ha visitato la nave e si è confrontata sul protocollo salute e sicurezza. "Crociere sono il 3 per cento del Pil"

Teresa Bellanova, viceministra alle Infrastrutture (facebook.com/teresabellanovaufficiale)

Visita istituzionale della viceministra alle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, Teresa Bellanova, stamane a bordo di Msc Grandiosa, per un confronto sulla rilevanza economica del comparto e sul protocollo di salute e sicurezza messo a punto dalla compagnia di Ginevra, utilizzato con successo l'estate scorsa con la ripresa delle crociere.

«Quello crocieristico - ha detto Bellanova - è stato in questi anni nel nostro Paese un comparto in crescita caratterizzato dal favore dei turisti, investimenti mirati, volumi di traffico che nel 2019, periodo pre-covid, hanno ampiamente confermato la dinamica positiva. Con i suoi 14 miliardi di euro di fatturato annuo, oltre 120 mila posti di lavoro diretti e indiretti, oltre 12 milioni di crocieristi all'anno, salari per circa 4 miliardi, il settore rappresenta a giusta ragione un tassello rilevante di quella blue economy che per l'Italia significa il 3 per cento del Pil e come sistema Paese dobbiamo essere capaci di valorizzare sempre di più. Ricordando che l'Italia è tra le cinque più grandi economie blu del continente europeo e che i nostri 8 mila chilometri di costa che ci rendono più simili a un'isola, puntare sulla blue economy è un imperativo categorico oltre che una scelta lungimirante per rafforzare antiche e nuove economie nel nome della sostenibilità».

«Anche nel turismo - prosegue - la sostenibilità deve essere l'opzione strategica da privilegiare e radicare. Una carta vincente a patto di tenere ben presenti i tre pilastri della sostenibilità: sociale, ambientale, economico. Si tratta dunque di non disperdere gli importanti risultati raggiunti, frutto del lavoro e dell'impegno sinergico di tanti ma anzi di rilanciare e valorizzare».

«È l'obiettivo a cui proprio il Protocollo salute e sicurezza illustrato stamane può sicuramente concorrere - conclude Bellanova - rilevandosi a giusta ragione determinante. Una buona pratica, messa a punto da MSC Crociere accogliendo e ampliando le prescrizioni già severe e puntuali delle autorità italiane, e divenuta ben presto un riferimento oltre questo settore. Garantire ai passeggeri crociere in piena sicurezza e tranquillità significa riattivare flussi importanti di viaggiatori, anche con particolare riferimento alle famiglie. Sicurezza, protezione, tranquillità devono essere le parole d'ordine del tempo che stiamo inaugurando».

-
credito immagine in alto