|
napoli 2
19 ottobre 2020, Aggiornato alle 21,38
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Autotrasporto, test per gli autisti che vengono da otto Paesi Ue

Con l'ordinanza ministeriale di ieri, obbligo di tampone per chi proviene o transita da Belgio, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Repubblica Ceca e Spagna


Il 7 ottobre il Consiglio dei ministri ha deliberato la proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio, introducendo per la prima volta l'obbligo di portare sempre con sé la mascherine, oltre a indossarle non solo nei luoghi chiusi pubblici ma anche in quelli all'aperto.

Fai-Conftrasporto informa che, sulla base dell'ordinanza del ministero della Salute dell'8 ottobre, per gli autotrasportatori c'è l'obbligo di test molecolare o antigenico in caso di provenienza o transito, negli ultimi 14 giorni, da otto Paesi dell'Unione europea - Belgio, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Repubblica Ceca e Spagna – con l'obbligo di comunicare all'Asl l'ingresso in Italia. L'ordinanza dura fino al 15 ottobre, in attesa di un decreto governativo che lo sistematizzi.

Per quanto riguarda le esenzioni al test, l'ordinanza ministeriale indica quelle già contenute nell'articolo 6, comma 6 del dpcm del 7 agosto 2020, aggiunte dal dpcm del 7 settembre 2020, che riguardano, tra gli altri, tra cui quelle per gli equipaggi dei mezzi di trasporto e il personale viaggiante.

L'ordinanza del ministero della Salute potete leggerla qui.