|
adsp napoli 1
25 aprile 2024, Aggiornato alle 09,44
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Politiche marittime

Augusta, Catania e Pozzallo: tutti i progetti portuali in corso

L'autorità di sistema portuale pianifica interventi per oltre 440 milioni, di cui la maggior parte finanziati dal PNRR. Raccordi, cold ironing, diga, accessibilità

La città di Augusta (Franco Gavioli/Flickr)

Augusta, Catania e Pozzallo. Traffici containerizzati, rinfuse, crociere, project cargo. L'Autorità di sistema portuale della Sicilia Orientale ha un nutrito programma di interventi infrastrutturali per questi tre porti, alcuni già in cantiere, altri in fase di progettazione, pensati per essere strumenti del rilancio dei traffici.
Non solo infrastrutture ma anche riorganizzazione delle aree e delle concessioni, col fine principale di razionalizzare gli spazi e aumentare quelli a disposizione.

L'importo totale dei lavori, tra cantierizzati e in progetto, è di oltre 440 milioni, di cui circa 400 milioni finanziati dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).

Augusta e Catania: progetti finanziati con il PNRR e con il fondo complementare
Tre interventi per il miglioramento dell'accessibilità nel porto di Augusta. I lavori inizieranno entro dicembre 2023 e si concluderanno entro giugno 2026. Importo finanziato: 26,208 milioni di euro.
1.  Manutenzione straordinaria della via di collegamento fra il porto commerciale di Augusta e l'area cantieristica di Punta Cugno;
2.  Ripristino strutturale del viadotto Federico II;
3.  Realizzazione del raccordo logistico (terzo ponte) tra i sedimi militari e la comunità cittadina di Augusta, nonché alla logistica portuale delle aree ZES del porto di Augusta.

Cold Ironing: progetto di elettrificazione delle banchine nei porti di Augusta e Catania finanziato con il fondo complementare al PNRR. I lavori inizieranno entro giugno 2024 e si concluderanno entro giugno 2026:
1.  Augusta: elettrificazione delle banchine del porto commerciale per navi container, ro-ro e cargo. Potenza richiesta 35,7 MW. Importo finanziato 32,6 milioni di euro;
2.  Catania: elettrificazione banchine per navi da crociera, Ro-Ro e Ro-Pax. Potenza richiesta 47 MW. Importo finanziato 56,5 milioni di euro.
 Lavori di consolidamento e ricarica della mantellata della diga foranea del Porto di Catania, rafforzamento e potenziamento della testata. Inizio lavori febbraio 2023, fine lavori novembre 2025. Importo finanziato 75 milioni di euro

L'intervento è finalizzato principalmente al potenziamento della mantellata esterna della diga, per ricostruire la conformazione idonea dell'opera portuale a garantire la sicurezza con le mareggiate. Allo stesso tempo sarà riqualificato e reso fruibile anche il praticabile della medesima diga foranea, con la realizzazione di una passeggiata a servizio della città. Nel giro di poco più di due anni, Catania avrà una passeggiata sul mare di straordinaria bellezza, un percorso di quasi due chilometri sopra la mantellata della diga (Molo di Levante).

Augusta e Catania: progetti non finanziati dal PNRR
Progetto "Green Ports": prevede la realizzazione di impianti fotovoltaici su pensiline ombreggianti per la produzione di energia rinnovabile. Le pensiline saranno installate nelle aree a parcheggio presso il Porto Commerciale e la Nuova Darsena del Porto di Augusta e in varie aree al porto di Catania. L'intervento ha come obiettivo la produzione di energia pulita da fonti rinnovabili da utilizzarsi per le utenze portuali e prevede un investimento complessivo di 2,02 milioni, di cui 1,21 milioni provenienti dal PAC Infrastrutture e Reti 14-20, e il resto da fondi dell'autorità di sistema portuale.
 
Porto di Augusta
Lavori di completamento del rifiorimento della diga foranea (secondo stralcio). Lo scopo è ripristinare le condizioni di sicurezza a navigabilità nella rada. Più di 5000 blocchi prefabbricati sono stati piazzati lungo 6,5 km di diga;
• Il primo stralcio è stato completato nel 2021 con un costo di 12 milioni di euro provenienti da fondi PON-IR, il secondo stralcio è attualmente in corso con un finanziamento del MIT di 54 milioni di euro, ed il terzo stralcio sarà finanziato con 49 milioni di euro;
• Nuovo terminal container: progetto per estendere gli attuali piazzali del Porto Commerciale, nell'area sottostante il tratto ferroviario Messina-Siracusa. I piazzali, con un'ulteriore estensione di 130.000 metri quadri, saranno attrezzati per la gestione del trasporto containerizzato. I lavori sono iniziati a settembre del 2022 e saranno completati entro il 2025. Costo totale: 175 milioni di euro, così distribuiti: fondi PON-IR 2014-2020 ed altri fondi di stato (50 milioni), fondi dell'AdSP del Mare di Sicilia Orientale (125 milioni);
• Collegamento di ultimo miglio (lavori a carico di RFI). Il collegamento di ultimo miglio arriverà de3ntro il Porto Commerciale di Augusta, situato nella parte nord della baia, collegando così il Porto alla linea ferroviaria nazionale Messina-Siracusa. L'importo di 75 milioni di euro, assegnato a RFI, proviene da Fondi PNRR;
• Lavori di manutenzione straordinaria del porto commerciale e della Nuova Darsena Servizi. L'importo complessivo dell'opera è 23,5 milioni di euro e prevede la manutenzione delle banchine e dei piazzali retrostanti oltre al rifacimento degli impianti tecnici. L'intervento manutentivo riveste particolare importanza per il mantenimento in efficienza delle strutture portuali esistenti.

Porto di Catania
• Lavori di completamento e ripristino della nuova darsena commerciale a servizio del traffico ro-ro e containers: l'intervento prevede una soluzione che garantisca la sicurezza e la durabilità di una struttura così importante come la darsena di Catania. Le attività previste in progetto sono il ripristino dei fondali con livellamento, regolarizzazione e protezione del fondo a quota -13 metri sul livello del mare, la realizzazione di una struttura di chiusura e sigillatura della parete di banchina esistente, il consolidamento del riempimento della banchina, la sostituzione delle bitte esistenti con bitte idonee a resistere al tiro di 150 tonnellate e l'intervento di somma urgenza di riempimento delle cavità. I lavori sono iniziati a gennaio 2023 e saranno completati a maggio 2024. Il costo totale dell'opera è di 30 milioni di euro provenienti da fondi dell'autorità di sistema portuale;
• Realizzazione nuovo varco "Asse dei Servizi": è già stato affidato il servizio di progettazione definitiva. Questo intervento rappresenta il punto di partenza per la nuova viabilità portuale in corso di definizione ed un miglioramento del collegamento fra l'asse viario comunale e la viabilità portuale commerciale, soprattutto per quei veicoli che transitano in attesa di imbarcarsi, conferendo, al contempo, una nuova e pregevole connotazione architettonica al varco di accesso in Porto. Importo dell'intervento 2,5 milioni;
• Progetto di allargamento molo peschereccio e riqualificazione Molo Foraneo: ha come obiettivo la riqualificazione delle due aree e, parallelamente, quello di ricavare nuovi spazi commerciali vicino al molo peschereccio e nuove arre per la nautica da diporto lungo il molo foraneo. Importo totale dell'intervento: 12 milioni.

Porto di Pozzallo
Saranno avviati entro l'anno i lavori di straordinaria manutenzione, per un importo di 4,5 milioni di euro, grazie a un apposito fondo regionale.

ICT e Sicurezza digitale nei porti del Sistema della Sicilia Orientale:
Sportello Unico Amministrativo (SUA): importo per la realizzazione 1,74 milioni provenienti da fondi dell'autorità di sistema portuale;
Piattaforma ZES: ancorata al SUA, di concerto con gli uffici del Commissario Governativo ZES, in via di definizione per le istanze ZES ricadenti nelle aree AdSP. La piattaforma è collegata con UNIONCAMERE. Importo per la realizzazione 690.000,00 euro provenienti da fondi dell'AdSP;
Cybersecurity: a partire dal 2019 è stato avviato, con la società Leonardo S.p.A., un percorso per la sicurezza web e ICT contro gli attacchi informatici. Il progetto ha permesso di rispettare la normativa NIS e quella europea in materia di cybersecurity, risultando la prima autorità di sistema portuale ad operare in tal senso. Importo per la realizzazione 2,08 milioni provenienti da fondi dell'autorità di sistema portuale.
Isyport: si tratta di un progetto dal titolo "Isyport-Sistema integrato per la mitigazione dei rischi della navigazione in aree portuali", area di specializzazione "Blue Growth", di cui l'Ente è partner. Oggetto della sperimentazione sarà il Porto di Augusta. Importo per la realizzazione 320.000,00 di euro provenienti dal PON "Ricerca e Innovazione" 2014-2020 e da fondi dell'AdSP;
Smart Port: progetto per la realizzazione di un sistema informativo evoluto denominato "Ecosistema Digitale Smart Port" presso i Porti di Augusta e Catania. Importo finanziato con fondi PAC 2014-2020: 5.221.123,88 euro.

Tag: augusta