|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Eventi

Attali introdurrà la XV Aivp-world conference cities and ports

Si terrà dal 5 al 7 ottobre a Rotterdam. Il primo relatore della manifestazione sarà l'economista francese


Quest'anno la 15th World Conference Cities & Ports si terrà a Rotterdam (nel 2014 si è tenuta a Durban, in Sudafrica, tra due anni a Malaga), una delle città portuali più importanti d'Europa, nonché uno dei primi dieci scali al mondo per quantità di traffico. La città è stata scelta come sede per l'evento biennale organizzato dall'Association Internationale Villes et Ports (Aivp) che riunisce i soggetti pubblici e privati che si occupano dello sviluppo infrastrutturale, economico, urbano e sociale delle città portuali. Si terrà dal 5 al 7 ottobre, con il claim "crossover" (miscuglio), e sarà aperta dall'economista francese Jacques Attali.
 
Circa il 60 per cento della popolazione mondiale vive in riva al mare. Nel giro di pochi anni questa quota salità al 90. Città, porti, imprese e cittadini sono quindi chiamati, sempre più, ad affrontare le stesse sfide riguardo la mobilità, la carenza di spazi urbani, il cambiamento climatico e l'integrazione sociale. È in questo contesto che si inserisce la conferenza Aivp, e Rotterdam è un esempio di porto crossover, che tiene insieme cioè diverse finalità nello sviluppo di progetti urbani, riuscendo a integrare, più che in altre città portuali europee, le esigenze economiche del porto con quelle logistiche e sociali delle persone che ci vivono.
In questi tre giorni l'Aivp riunirà circa 450 delegati provenienti da 50 Paesi tra rappresentanti istituzionali, professionali e politici delle città portuali, da architetti a dirigenti degli scali, fino ad analisti e uomini delle istituzioni. La manifestazione sarà aperta dall'economista Jacques Attali.
«Quest'anno Rotterdam sarà l'occasione per introdurre un nuovo approccio alla conferenza, per renderla più di un semplice forum di approfondimento», spiega l'Aivp in una nota, «daremo ai frequentatori della conferenza la possibilità di svolgere un ruolo più attivo, per esempio promuovendo l'interazione tra relatori e delegati». Questo potrà esser fatto in cinque modi diversi:

• Interventi dalla platea
• Collaborazione con "laboratori di idee"
• Mostra on-site e consultazione di documenti on-line
• Riassunti dei relatori
• Pause caffè, pranzi, cene
 
L'Association Internazionale Villes et Ports è nata nel 1988, ha sede a Le Havres e si pone come interlocutore per gli stakeholder, i portatori di interessi di una città portuale: dall'urbanista che deve pianificare un nuovo quartiere all'autorità portuale impegnata ad attirare nuovi traffici. In mezzo gli interessi dei cittadini e la necessità di avere una città portuale non solo ricca e in sviluppo ma anche vivibile.