|
napoli 2
05 luglio 2020, Aggiornato alle 12,06
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Logistica

Appalti, in vigore il nuovo Codice

Mit e Autorità Anticorruzione diramano un comunicato per chiarire i cambiamenti normativi intervenuti dal 19 aprile

Da pochi giorni è entrato in vigore il nuovo Codice degli appalti. Per questo motivo il ministero delle Infrastrutture e Trasporti e l'Autorità nazionale Anticorruzione hanno diramato un comunicato congiunto, utile a chiarire alcuni dettagli normativi. Le misure e le disposizioni contenute nel nuovo codice, si legge nella nota, si applicano "alle procedure ed ai contratti per i quali i bandi e gli avvisi con cui si indice la procedura di scelta del contraente siano pubblicati a decorrere dal 19 aprile 2016, data di entrata in vigore del nuovo Codice".

Il comunicato specifica che questo discende dell'art. 216 del decreto legislativo 50/2016 in cui sono contenute le disposizioni transitorie. Le nuove regole valgono anche per contratti senza pubblicazione di bandi o avvisi e per le procedure di selezione i cui relativi inviti a presentare offerta siano inviati a decorrere dal 19 aprile.

Valgono invece le norme precedenti all'adozione del nuovo Codice appalti per bandi o avvisi pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, in quella dell'Unione Europea o nell'albo pretorio del Comune entro il 18 aprile. Gli atti di gara già adottati dalle amministrazioni, ma che non rientrano in quest'ultima ipotesi, precisa la nota, "dovranno essere riformulati in conformità al nuovo assetto normativo".