|
napoli 2
17 gennaio 2022, Aggiornato alle 18,09
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Anas realizzerà uno svincolo Sud nel porto di Gioia Tauro

Martedì l'approvazione in Comune di un intervento che collegherà statale 18 e A2, decongestionando i flussi dei mezzi pesanti. Agostinelli: "Sinergia tra gli enti. Risultato straordinario"

(Jo./Flickr)

Martedì scorso, ina una riunione in Comune promossa dal sindaco di Gioia Tauro, Aldo Alessio, la società gestore di una parte delle autostrade italiane (gruppo Ferrovie dello Stato), ha presentato un progetto per l'accessibilità dell'area portuale dal gate Sud. Finanziato dal PNRR, prevede una nuova arteria stradale con svincolo per collegare la statale 18 con l'A2, l'"autostrada del Mediterraneo", all'interno dell''Area logistica integrata gestita dalla Regione Calabria.

Oltre a creare un nuovo accesso, sarà utile per decongestionare il lato Nord del porto (per il quale è prevista una riqualificazione) soprattutto dai mezzi pesanti, oltre ad essere utilizzata dai cittadini per entrare e uscire dall'autostrada.

Soddisfatto il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno Meridionale e dello Ionio, Andrea Agostinelli, che ha collaborato alla stesura del progetto.  «Grazie alla sinergia istituzionale tra i diversi enti, abbiamo raggiunto uno straordinario risultato – ha detto Agostinelli - che permetterà allo scalo portuale calabrese di essere dotato di una maggiore connessione con l'entroterra. Attraverso una nuova arteria di collegamento tra l'area portuale, la strada statale 18 e l'autostrada del Mediterraneo sarà garantito un collegamento diretto tra il porto e il traffico proveniente dal Sud e sarà, così, assicurato un maggiore sviluppo delle zone retroportuali. Si tratta – ha concluso Agostinelli – del primo intervento di Anas in Calabria finanziato coi fondi del PNRR, programmato per essere a supporto dell'intermodalità e delle realtà imprenditoriali nazionali e internazionali che decideranno di investire nell'interporto di Gioia Tauro». 

-
credito immagine in alto