|
napoli 2
05 agosto 2020, Aggiornato alle 17,53
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Ambiente e terminal, accordo Cdp, Fincantieri e Snam

Collaboreranno in ambito edile e tecnologico per realizzare opere orientate soprattutto al gas naturale liquefatto

Bono, Palermo e Alverà

Cassa depositi e prestiti (Cdp), Fincantieri e Snam hanno sottoscritto un accordo preliminare per collaborare alla realizzazione di infrastrutture portuali, sia dal punto di vista edile che tecnologico, in linea con quanto previsto dalla proposta di Piano nazionale integrato per l'energia ed il clima, inviato dal governo italiano alla commissione europea l'8 gennaio. Hanno firmato gli amministratori delegati di Cdp, Fabrizio Palermo, di Fincantieri, Giuseppe Bono, e di Snam, Marco Alverà. Fincantieri e Snam condivideranno le proprie competenze tecniche, Cdp li finanzierà.

Le infrastrutture interessate sono ampie: opere portuali, costiere, strutture per l'approvvigionamento di gas naturale liquefatto. Per quanto riguarda le tecnologie, si tratta di attività di ricerca e realizzazione di impianti di trasporto marittimo basati su nuove tecnologie come turbine per moduli a gas, sistemi di contenimento e gestione del metano liquido e gassoso, idrogeno e celle combustibili.

Un accordo che segue il «nuovo piano industriale di Cassa depositi e prestiti per una piena collaborazione fra le società del gruppo, a supporto della crescita del Paese», commenta Palermo. Si tratta, conclude, di «dare un contributo concreto alla competitività del trasporto marittimo, uno dei settori chiave dell'economia anche in una prospettiva più ampia di livello europeo». L'industria globale, inclusa quella armatoriale, si rivolge guarda sempre più alla sostenibilità ambientale, «accogliamo quindi con grande favore che anche il nostro Paese metta in campo un accordo dal profilo altamente strategico come questo, che coinvolge tre eccellenze nazionali, con la finalità di incrementare le posizioni di leadership acquisite», secondo Bono. «Facciamo sistema con Fincantieri per dare un contributo alla riduzione dei costi energetici – conclude Alverà - settori del gas naturale e del bio-gas rappresentano il futuro della mobilità sostenibile e in particolare del trasporto pesante e marittimo».