|
napoli 2
25 novembre 2020, Aggiornato alle 19,13
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture - Logistica

Alstom avvia prime manovre ferroviarie automatizzate

Accordo con l'operatore olandese ProRail per utilizzare, per la prima volta in Europa, l'Automatic Train Operation in tutte le fasi di movimento: avviamento, arresto, spinta dei carri, trazione e frenata

(twitter/@LineasForce)

Il gruppo industriale ferroviario Alstom ha siglato con l'operatore olandese ProRail l'avvio delle prime sperimentazioni in Europa dell'Automatic Train Operation (ATO), il sistema di manovra automatizzato sulle locomotive, nelle operazioni di manovra.

Non si tratta del primo test in assoluto in Europa dell'ATO. Nel 2018 Alstom lo ha provato su una locomotiva merci della Rotterdam Rail Feeding sulla Betuweroute, tra Rotterdam e la Germania. È la prima volta, però, che questo sistema viene portato a un livello totale, che coinvolge tutte le fasi di manovra e crociera e, potenzialmente, qualsiasi tipo di trasporto, merci o passeggeri. L'obiettivo, spiega Alstom, è dimostrare come l'uso di treni completamente automatizzati sia realistico. Una volta verificato con successo, saranno i Paesi Bassi i primi a implementare l'ATO nelle manovre ferroviarie.

Nel dettaglio, Alstom equipaggerà l'ATO su una locomotiva di smistamento diesel-idraulica, di proprietà di Lineas, il principale operatore ferroviario privato europeo, rivelando da solo gli ostacoli e riconoscendo l'ambiente che lo circonda. Avviamento, arresto, spinta dei carri, controllo della trazione e dei freni e gestione delle emergenze saranno del tutto automatizzati. Il personale a bordo garantirà solo la sicurezza dell'operazione, intervenendo se necessario.

Un progetto che «apre la strada alla ferrovia completamente digitalizzata», secondo l'amministratore delegato di Alstom per il Benelux, Bernard Belvaux. Test che «aiuteranno il sistema ferroviario europeo a beneficiare di un aumento della capacità, della riduzione dei consumi e dei costi energetici, offrendo al contempo una maggiore flessibilità operativa e una migliore puntualità».

ATO viene utilizzato estesamente sui treni metropolitani. In alcuni casi, un sistema automatizzato previene gli incidenti perché è semplicemente più reattivo di un essere umano. In più, permette di erogare energia in modo più uniforme, ottimizzata, risparmiando maggiormente sui consumi, a lungo andare. I livelli di automazione standardizzati sono quattro, indicati dal Grade of Automation (GoA). Si va da un GoA 1, in cui l'automazione è minima, a un GoA 4 dove l'operatore umano si limita a sorvegliare il sistema.