|
napoli 2
20 settembre 2020, Aggiornato alle 16,15
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

All Leisure Holidays è fallita

Dopo anni di perdite, la compagnia britannica va in amministrazione controllata


La compagnia crocieristica britannica All Leisure Holidays è stata posta in amministrazione controllata con la conseguente cessazione immediata dei due marchi crocieristici con cui opera, Swan Hellenic e Voyages of Discovery.

Sono 400 i passeggeri attualmente in crociera con le due navi del gruppo, Minerva (350 passeggeri, nella foto) e Voyager (540) ma che non possono fare rientro con le due unità. La prima sarebbe dovuta partire il 3 gennaio da Marsiglia verso Tenerife, mentre Voyager ieri da Port Kelang verso Singapore. La Civil Aviation Authority del Regno Unito ha riferito che si preoccuperà di reimpatriarli. 13mila sono invece quelli rimasti a bocca asciutta, ovvero che hanno già prenotato una crociera. «Purtroppo, a causa della situazione finanziaria sfavorevole è stata cessata l'attività con la conseguenza che la maggior parte dei dipendenti risulta in esubero e che sono stati cancellati tutti i futuri viaggi», spiega il gruppo in una nota. 

All Leisure Holidays, guidato dal presidente Roger Allard, nel 2015 ha registrato un profitto di 200mila sterline, contro una perdita di 7,2 milioni nel 2014. A giugno il titolo è stato cancellato dal listino dell'Alternative investment market della Borsa di Londra. Ad agosto aveva venduto l'operatore Discovery Egypt. «Le due compagnie sono state nettamente in perdita per un certo numero di anni e il rifinanziamento continuo di queste attività ha creato problemi di cassa significativi per l'intero gruppo, fattore che ha infine portato all'amministrazione controllata di tutte le imprese», riferisce alla BBC Eddie Williams, partner del settimo studio di consulenza al mondo Grant Thornton.