|
napoli 2
16 luglio 2020, Aggiornato alle 18,41
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Alis, Guido Grimaldi replica a Conftrasporto: "Siamo avanti di 30 anni"

Il presidente della nuova Associazione Logistica dell'Intermodalità Sostenibile risponde alle critiche relative al "peso" delle aziende rappresentate


E' nata da appena un mese, ma già è al centro di animate discussioni. Il pomo della discordia è Alis, Associazione Logistica dell'Intermodalità Sostenibile, guidata da Guido Grimaldi (nella foto), un sodalizio che rappresenta diverse importanti aziende del settore. E proprio sul numero e il "peso" di queste imprese, il neopresidente ha dovuto replicare ad alcune dichiarazioni non proprio entusiastiche giunte dai vertici di Conftrasporto. Ma andiamo con ordine. 


Il giudizio di Conftrasporto
"Non mi pare che 30 imprese siano rappresentative del settore autotrasporto". Il segretario di Conftrasporto, Pasquale Russo, ha espresso in poche parole la sua (negativa) valutazione di Alis in un'intervista rilasciata nei giorni scorsi a Milano Finanza. "La rappresentanza è anche sostanza e peso – ha precisato Russo –. Non mi pare che si senta l'esigenza di far nascere una nuova associazione".

La replica di Grimaldi
"Innanzitutto si riporta erroneamente il numero dei soci fondatori – spiega il presidente di Alis, Guido Grimaldi –  identificandolo in 30 aziende invece delle reali 40 che, come è opportuno che si sappia, rappresentano l'eccellenza ed il gotha del settore logistico in Italia. Per giusta informazione di tutti, comunichiamo che delle aziende fondatrici, quelle dell'autotrasporto costituiscono un parco veicolare di oltre 50mila veicoli che è un numero di rilievo con un peso importante nel settore.

Il neopresidente aggiunge che l'associazione ha già riscosso un grande successo: "In meno di trenta giorni dice – oltre 300 aziende di tutta Italia hanno aderito al nostro progetto ed il trend è in assoluta crescita. Ogni settimana il numero di grandi, medie e piccole imprese che desiderano associarsi aumenta vertiginosamente e per una giovane associazione mi sembra certamente un fenomeno degno di nota che manifesta l'esigenza di tutte quelle realtà che vogliono farsi rappresentare in maniera innovativa e concreta".

"Nella storia dell'evoluzione – sottolinea Grimaldi – c'è sempre stato qualcuno di obsoleto e privo di visione che non ha capito progetti innovativi. Purtroppo capiamo che queste innovazioni non possono essere comprese da tutti poiché Alis non è una generazione, ma 30 anni avanti alle altre associazioni. Alis comprende l'evoluzione del settore ed il progresso dei mercati e rappresenta tutti coloro che intendono dare voce alle proprie esigenze in una visione sistemica. Questo – conclude con orgoglio Grimaldi – è possibile grazie ai nostri soci, imprenditori determinati, che credono in questo nuovo ed importante progetto a vantaggio di tutti gli associati".