|
adsp napoli 1
03 febbraio 2023, Aggiornato alle 11,38
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Agroalimentare, convenzione Fedespedi-Università di Ragusa

L'associazione siciliana degli spedizionieri e il consorzio universitario provinciale collaboreranno su didattica, finanziamenti e consulenze per spingere l'export italiano

(Betari Ratih/Flickr)

L'Associazione Siciliana Operatori Spedizioni e Logistica (associazione territoriale aderente a Fedespedi) e il Consorzio Universitario della Provincia di Ragusa hanno firmato una convenzione per promuovere lo sviluppo della filiera agroalimentare.

La convenzione prevede collaborazioni sulla didattica (borse di studio, formazione per gli studenti di economia, inserimento in azienda); la partecipazione congiunta a progetti nazionali ed europei per il settore agroalimentare, coinvolgendo anche la Banca Agricola Popolare di Ragusa; e infine lo sviluppo di programmi di consulenza alle istituzioni locali sulla logistica. La firma è della convenzione è in realtà avvenuta il 30 novembre scorso nei locali del Consorzio Universitario della Provincia di Ragusa, tra il presidente del Consorzio, Giuseppe Lavima, e il presiente dell'Associazione Siciliana Operatori Spedizionieri e Logistica, Alberto Cozzo, alla presenza del presidente del corso di laurea in Management delle imprese per l'economia sostenibile, Pierluigi Catalfo.

Il settore agroalimentare è tra i settori di punta dell'export nazionale - che ha raggiunto nel 2021 il risultato record di 22,6 miliardi di euro - e in particolare per il territorio siciliano, che vanta eccellenze nella produzione agroalimentare, risorse strategiche per l'export da valorizzare a beneficio dello sviluppo economico della Regione e del Paese.

«Abbiamo  deciso di unire le forze della nostra realtà associativa con il Consorzio Universitario di Ragusa per fare cultura sul territorio, con l'impegno di promuovere il valore che il mercato agroalimentare ha oggi e potrebbe avere domani grazie al potenziamento di una filiera logistica consapevole e specializzata su questa tipologia di prodotti e attraverso lo sviluppo di una cultura aziendale orientata all'apprendimento continuo», commenta Cozzo. «La convenzione è un ulteriore strumento a beneficio delle nostre imprese del territorio. Del resto, l'ultimo report della FAO sul settore agroalimentare calcola che circa un terzo delle esportazioni mondiali di prodotti agricoli e alimentari è oggetto di scambio all'interno di una catena di valore globale e attraversa le frontiere almeno due volte, tal ché si rende necessario apprezzare il contenuto di valore che gli attori del supply-chain debbono essere capaci di apportare ed entro tale preciso orizzonte le iniziative portate avanti dal Consorzio possono costituire il punto di incontro tra Industria ed Accademia», ha concluso Lavima.

-
credito immagine in alto