|
napoli 2
24 settembre 2020, Aggiornato alle 15,14
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

A Grimaldi il 50% di TTTLines

L'armatore noleggia già alla compagnia campana la ro-pax Florencia , ora con Caronte & Tourist gestirà i collegamenti con la Sicilia da Napoli, «ma senza intervenire nella gestione aziendale»


«L'acquisto del cinquanta per cento di TTT Lines è stato chiuso pochi giorni fa. Un investimento che, però, ci configura come azionisti passivi». Così l'amministratore delegato del gruppo Grimaldi, Emanuele Grimaldi, ha annunciato a margine dell'Euromed Convention di Venezia (20esima edizione) l'ingresso della compagnia partenopea in quella napoletana che ogni giorno collega con due traghetti ro-pax lo scalo di Napoli con quello di Catania.

Un'acquisizione simbolicamente importante perché porta per la prima volta l'armatore napoletano (oltre cinquecento dipendenti nella sede di via Marchese Campodisola) ad operare direttamente da Napoli, seppure al cinquanta per cento. «Si è trattato di un passo scontato – continua Grimaldi - perché avevamo già ceduto in noleggio a Matacena (che attraverso Caronte & Tourist aveva acquisito da Tomasos l'intera proprietà della compagnia, ndr) la nostra ro-ro Florencia». E, a stoppare una futura scalata, chiarisce: «Non abbiamo intenzione di intervenire nella gestione aziendale», pur figurando ora nel Consiglio di amministrazione di TTTLines due uomini di fiducia di Grimaldi: l'avvocato Francesco Saverio Lauro e Marcello Di Caterina, direttore generale della neonata associazione logistica Alis.