|
adsp napoli 1
24 maggio 2024, Aggiornato alle 11,47
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Armatori - Infrastrutture

A Baltimora piccole cariche esplosive per rimuovere il ponte crollato

I resti della struttura sono ancora agganciati alla portacontainer "Dali" della compagnia Maersk

(Ph: Seatrade-Maritime.com)

A Baltimora saranno utilizzate cariche esplosive per rimuovere una parte del ponte Francis Scott Key che è ancora agganciato alla portacontainer Dali della compagnia danese maersk, in seguito all'impatto contro l'infrastruttura avvenuto nel mese di marzo.  

Le piccole cariche, rivela il Key Bridge Response 2024 Unified Command, serviranno per dividere la grande sezione di travatura in punti specifici per crearne di più piccole, consentendo ai soccorritori di utilizzare le gru e le chiatte già presenti per rimuovere i detriti e successivamente la stessa Dali dal canale. La trave in acciaio che poggia ancora sul ponte del Dali è lunga circa 150 metri, larga 18 e pesa più di 5.000 tonnellate.

Intanto c'è già il progetto per sostituire il ponte crollato con una nuova infrastruttura. Si stima che l'opera costerà circa 1,7-1,9 miliardi di dollari e potrebbe essere completata entro l'autunno del 2028.
 

Tag: maersk