|
napoli 2
25 settembre 2020, Aggiornato alle 17,23
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

8 milioni per re-italianizzare Costa Fortuna

In vista del suo rientro in Europa, lavori in bacino a Singapore. A marzo si parte da Genova

Costa Fortuna

Per il suo rientro in Europa dopo le crosiere asiatiche, Costa Crociere 're-italianizzerà' la sua Costa Fortuna: le aree pubbliche verranno ri-ammobiliate e arredate insieme ai servizi con uno stile europeo, per una spesa complessiva di 8 milioni di euro. Si occuperà dei lavori uno stabilimento di Singapore, dal 10 al 16 dicembre.

La nave ha un stazza di 103 mila tonnellate. Può ospitare 3,470 passeggeri e tornerà in Europa a fine marzo 2019 con crociere di una settimana nel Mediterraneo, in partenza da Genova ogni venerdì. Prima di allora, quindi, continuerà a effettuare crociere in Asia in stile italiano, da dicembre 2018 a febbraio 2019: due itinerari di una settimana, combinabili tra loro, con partenza da Singapore verso Thailandia, Malesia e Cambogia. Poi il 5 marzo dell'anno prossimo si parte dall'Italia da Singapore a Genova, che sarà il porto di partenza principale della nave per il resto dell'anno. Il primo scalo è previsto il 26 marzo con una minicrociera; dal 29 marzo all'8 novembre sarà a Genova tutti i venerdì per due diversi itinerari. In primavera ed autunno la nave farà visita, oltre all'home port ligure, anche a Marsiglia, Barcellona, Valencia, Civitavecchia e La Spezia; in estate sono previste Marsiglia, Tarragona, Palma di Maiorca, uno scalo lungo ad Ibiza e Olbia. Gli scali della nave a Genova saranno in tutto 34.