|
adsp napoli 1
09 dicembre 2022, Aggiornato alle 11,04
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

580 milioni di ricavi per Finnlines nel 2021

Il volume passeggeri resta ancora molto basso ma i volumi di carico e le attività dei terminal vanno molto bene

(Henri Bergius/Flickr)

Nel 2021 il gruppo Finnlines, compagnia marittima finlandese del gruppo Grimaldi, ha registrato ricavi per 579,9 milioni di euro, con un tasso positivo del venti per cento sul 2020. I servizi di navigazione e di trasporto marittimo hanno generato ricavi per 555,3 milioni, con quelli relativi ai passeggeri pari a 47,8 milioni. Il ricavo delle operazioni portuali è stato di 47 milioni. Tutti dati in crescita. I volumi di carico sono nettamente superiori al 2020 e anche il numero di passeggeri trasportati è aumentato rispetto al 2020.

Il flusso di cassa è stato buono e il risultato prima di interessi, imposte, ammortamenti e ammortamenti (EBITDA) è stato di 160,3 milioni, con un incremento del 14 per cento. Il risultato per il periodo di riferimento è stato di 74,7 milioni di euro.

Commentando i risultati, il CEO e presidente di Finnlines, Emanuele Grimaldi, ha affermato che «abbiamo servito le industrie europee, trasportato merci e passeggeri senza alcun sussidio pubblico correlato al Covid. Lo sviluppo positivo del carico è proseguito durante il quarto trimestre, quando i volumi di carico sono aumentati su quasi tutte le rotte. L'industria automobilistica ha sofferto in una certa misura della carenza di componenti a semiconduttori globali. Quando le restrizioni di viaggio sono state gradualmente allentate, i viaggi ricreativi si sono ripresi, sebbene il numero di passeggeri sia rimasto molto al di sotto del livello normale».

Finnlines continua il suo programma di investimenti da 500 milioni per ridurre le emissioni di gas serra nella sua flotta, sulla base degli obiettivi internazionali. La Commissione europea ha anche proposto di includere il trasporto marittimo nel sistema di scambio di emissioni e l'Ue fisserà un limite massimo al contenuto di gas serra emesso dalle navi. Inoltre, è in preparazione un regolamento Ue per classificare tutti gli investimenti in base a quanto sono "verdi" e per definire gli indicatori per ciascun settore industriale. La International Chamber of Shipping ha presentato nell'autunno 2021 un sistema di tassazione del carbonio per sostenere lo sviluppo a emissioni zero nel settore marittimo.

«La costruzione di tre navi ro-ro ibride e di due navi ro-pax eco-efficienti – continua Grimaldi - è proseguita bene. Una serie di nuove "Eco-ships", molte delle quali già operanti nei servizi della casa madre, il gruppo Grimaldi, si sono rivelate ottimi vettori con maggiore capacità di carico e minore consumo energetico rispetto alle navi della generazione precedente. Le navi sono tutte ibride e all'avanguardia dal punto di vista ambientale. Inoltre, con gli investimenti passati nella flotta, le azioni per migliorare l'efficienza, la produttività e le prestazioni finanziarie, possiamo affermare che Finnlines è un'azienda pronta per il futuro con la sua flotta diversificata per servire i propri clienti e ben posizionata per competere con la sua strategia green».

-
credito immagine in alto