|
adsp napoli 1
24 luglio 2024, Aggiornato alle 17,11
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Politiche marittime

37 nuove assunzioni nella Compagnia Portuale Civitavecchia

Arriva l'autorizzazione del ministero delle Infrastrutture e dell'Autorità di sistema portuale del Tirreno Centrale. Scilipoti: "Attestato di efficienza gestionale del CdA"

Il porto di Civitavecchia

Il ministero delle Infrastrutture e l'Autorità di sistema portuale (Adsp) del Tirreno Centro Settentrionale hanno autorizzato 37 nuove assunzioni nella Compagnia Portuale Civitavecchia. «I dati di traffico del 2023 che confermano come il porto di Civitavecchia stia godendo di un buono stato di salute grazie a segni positivi nel comparto delle crociere, nel ro/ro pax e nell'automotive, sono ulteriormente certificati dall'autorizzazione che è stata concessa alla Compagnia Portuale di Civitavecchia  per l'assunzione di 37 nuove unità», spiega il presidente dell'Adsp, Pino Musolino.

Per Patrizio Scilipoti, presidente della Compagnia Portuale di Civitavecchia, «la stabilizzazione di trentasette lavoratori interinali è per noi una grande soddisfazione e certifica la bontà e l'efficienza gestionale del CdA e della struttura organizzativa della Compagnia Portuale Civitavecchia, e una risposta concreta ai detrattori che vorrebbero "eliminare" la flessibilità regolata all'interno dei porti. Ci preme ringraziare il presidente Musolino, che insieme al proprio ufficio del lavoro portuale non ha fatto mai mancare la sua vicinanza supportando la nostra richiesta. Così come la Direzione generale porti del Ministero delle infrastrutture e trasporti. Ringraziamo, inoltre, i nostri uffici amministrativi per il grande lavoro svolto e ANCIP per il continuo supporto».

«Il nostro scalo - conclude Musolino - nonostante diverse congiunture economiche e sociali internazionali negative che hanno creato un clima di grande instabilità e di incertezza, si è fatto trovare comunque pronto crescendo nei traffici e, nel contempo, ha generato nuovi posti di lavoro che daranno sicuramente un nuovo impulso di rilancio ai porti di Roma e del Lazio».