|
Porto di Napoli
18 dicembre 2018, Aggiornato alle 16,30
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

2017 da record per il porto di New York

Performance storica nei container. Crescono i passeggeri e le auto. Un quarto di cargo ferroviario nel 2020


Il 2017 si chiude con un nuovo traffico record per il porto di New York, quello dei container. L'anno scorso ne ha movimentati 6,71 milioni, circa mezzo migliaio in più rispetto al 2016, crescendo di circa il 7 per cento (nel 2015 ne ha movimentati 6,37 milioni). Il record, rende noto la Port Authority of New York, è dovuto al parziale completamento della Bayonne Bridge Navigational Clearance Project, il nuovo ponte a sud ovest del terminal container principale, il Global Terminal.

Un risultato che, sottolinea l'authority, «cementifica la nostra posizione di terzo porto degli Stati Uniti, con il 15,4 per cento di market share, nonché di scalo più trafficato della East Coast, pari al 32 per cento del mercato». 

Sbarchi
Un traffico costituito per lo più da contenitori pieni, pari a 3,9 milioni di teu (+6,1%). I container vuoti sono stati 1,9 milioni, in rialzo del 12,7 per cento.
Imbarchi
Anche qui crescono i container pieni, pari a 1,4 milioni sul totale (+4,4%), mentre quelli vuoti sono stati 20 mila, in calo del 21,8 per cento.

Passeggeri
Al Cape Liberty Cruise Port sono stati movimentati 593 mila passeggeri, in crescita del 16 per cento. Il terminal è servito da Royal Caribbean, Celebrity Cruises, Tui Cruises. Cresce anche il Brooklyn Cruise Terminal, del 9 per cento, movimentando nel 2017 137 mila passeggeri.

Auto
Cresce del 14,3 per cento anche il trasporto ferroviario, in import, pari a 577 mila auto.

Un quarto di cargo ferroviario entro il 2020
Sono state movimentati via ferrovia 567 mila container, in crescita del 5,1 per cento. La quota di traffico container via ferrovia è pari al 15 per cento circa e la Port Authority di New York vuole aumentarla fino a un quarto entro il 2020. Per raggiungere questo obiettivo sono stati investiti 600 milioni per sviluppare l'intermodalità. Entro l'anno verrà completata l'ExpressRail Port Jersey, collegata al Bayonne marine terminal.