|
Porto di Napoli
12 dicembre 2018, Aggiornato alle 16,31
intersped

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Infrastrutture

Venezia, Vtp: nessun aumento per servizi alla crocieristica nel 2017

Lo ha deciso il Consiglio di Amministrazione del terminal allo scopo di incrementare il traffico di passeggeri


Il CdA di Venezia Terminal Passeggeri – Vtp ha deliberato di non procedere con alcun adeguamento tariffario per i servizi di supporto alle navi da crociera per la stagione 2017.


"La trasformazione della Marittima da vecchio porto commerciale e industriale in moderno Porto Passeggeri ha comportato un'azione sinergica tra Autorità Portuale di Venezia e Vtp con investimenti complessivi effettuati negli ultimi venti anni che ammontano a oltre 160 milioni di euro, ai quali Vtp ha contribuito per 70 milioni", ha dichiarato il presidente di Vtp Sandro Trevisanato. "Questa continua propensione all'innovazione ha portato il nostro Terminal a essere uno dei migliori a livello mondiale per qualità dei servizi offerti, sicurezza e comfort dei passeggeri, ma anche per funzionalità delle strutture messe a disposizione, spesso realizzate con progetti innovativi sviluppati internamente. Il livello di efficienza raggiunto ci permette oggi il mantenimento delle tariffe dell'anno scorso, mantenendo inalterata la qualità dei servizi offerti".


"La scelta di Vtp è sicuramente in controtendenza rispetto all'andamento del mercato di riferimento", ha commentato il direttore generale Galliano di Marco. "Tuttavia, si motiva con la volontà della nostra società di favorire e se possibile incrementare il traffico croceristico nella Marittima di Venezia, che negli ultimi anni ha registrato un sensibile calo di passeggeri, prevalentemente a causa delle limitazioni di stazza lorda delle navi, in attesa dell'individuazione di una nuova soluzione di accesso al Terminal".

Continuerà, inoltre, con la partecipazione al SeaTrade Cruise Global 2017 di Fort Lauderdale il percorso di presentazione della "nuova Vtp", teso a rafforzare ulteriormente le opportunità di informazione e di dialogo tra la società e i suoi stakeholder locali e internazionali.