|
napoli 2
14 maggio 2021, Aggiornato alle 20,04
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Logistica

Veicoli industriali, il mercato cresce di un terzo

Deciso balzo in avanti a febbraio per le immatricolazioni di rimorchi e semirimorchi


Dopo il tracollo del 2020 causato dall'emergenza sanitaria, si cominciano a vedere i primi concreti segnali di ripresa per il mercato italiano dei veicoli industriali. Sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (MIMS), il centro studi e statistiche Unrae ha effettuato una stima delle immatricolazioni di rimorchi e semirimorchi con massa totale a terra superiore alle 3,5 tonnellate, riscontrando a febbraio una crescita del 31,6% (1.345 unità immatricolate verso 1.022) rispetto allo stesso mese dell'anno scorso.
 
 "Un incremento a doppia cifra per due mesi consecutivi non si vedeva da almeno due anni nel mercato dei veicoli rimorchiati – spiega Paolo A. Starace, presidente della sezione veicoli industriali di Unrae– e la rilevazione di febbraio, non trovando riscontri diretti nell'andamento dell'economia reale, pone alcuni interrogativi sulle sue origini. A questo riguardo appare quindi evidente l'interdipendenza del settore con l'andamento del mercato dei veicoli industriali. Come è noto, infatti, specie per i clienti flotta, attivi principalmente nel segmento >= 16t, il rapporto dei rimorchiati è di due o addirittura tre unità rispetto al veicolo trainante. Ecco pertanto spiegato come la crescita dei veicoli industriali di febbraio (+21,8% per il segmento >= 16t) ha sostenuto anche quella del comparto rimorchi e semirimorchi. Da qui – conclude Starace – l'evidente necessità di continuare a sostenere il settore, i cui effetti si estendono anche in ambiti attigui e altrettanto rilevanti come gli allestitori, i ricambisti e le reti di vendita e assistenza, con evidenti benefici per l'intera filiera".