|
adsp napoli 1
03 ottobre 2022, Aggiornato alle 18,36
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Una nuova gru al Terminal Rinfuse Venezia

Investimento da parte di Euroports, che nell'ultimo anno ha impegnato 7 milioni di euro per sviluppare la movimentazione delle rinfuse a Porto Marghera

Il Terminal Rinfuse Venezia (terminalrinfusevenezia.it)

Al Terminal Rinfuse Venezia è operativa una nuova gru Liebherr, presso la banchina Piemonte. Lo rende noto il terminalista gestore, la belga Euroports che ha annunciato gli ultimi investimenti fatti a Porto Marghera.

La Liebherr in questione è una gru di nuova generazione, a basse emissioni, con una portata di 144 tonnellate e uno sbraccio massimo id 54 metri, con una capacità di mille tonnellate di rinfuse l'ora. Nell'ultimo anno il terminalista ha investito 7 milioni di euro nel Terminal Rinfuse Venezia, spesi per la nuova gru, per installare pannelli solari, una fossa per lo scarico dei treni e sette pale meccaniche per caricare e scaricare treni e camion.

Secondo l'amministratore delegato di Euroports, Pablo Garcia Muñiz, «l'area portuale di Porto Marghera ha la possibilità di trasformarsi nell'hub più importante dell'Adriatico per quanto riguarda il traffico merci del comparto agroalimentare e acciaio. Già da ora questa area portuale offre le migliori risorse in termini di professionalità, servizi e capacità operative per raggiungere tale obiettivo». Per il presidente dell'Autorità portuale di Venezia, Fulvio Lino Di Blasio, «l'impegno del gruppo a investire ulteriormente in tecnologia, dopo i recenti investimenti nelle fonti energetiche rinnovabili, è un segnale importante per gli scali lagunari che intendono consolidare il proprio ruolo strategico per il sistema Paese, anticipando i cambiamenti in corso a livello internazionale nelle catene logistiche».

-
credito immagine in alto

Tag: venezia