|
napoli 2
16 agosto 2019, Aggiornato alle 11,49
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Armatori

Un solido primo semestre per Finnlines

Utili in crescita del 10 per cento. L'armatore sottolinea la performance ambientale della flotta


Le entrate semestrali del gruppo Finnlines sono state di 295,5 milioni di euro, con un aumento del 2 per cento rispetto al primo semestre del 2018. Il risultato netto è stato di 46,7 milioni di euro, in aumento del 10 per cento. L'ebitda è stato di 83,5 milioni (78,3 nel 2018) milioni. «La nostra performance finanziaria è migliorata indipendentemente dal fatto che la crescita dell'economia finlandese abbia rallentato durante la prima metà dell'anno», commenta Emanuele Grimaldi, presidente e amministratore delegato di Finnlines.

Nel corso degli ultimi anni l'armatore ha investito parecchio nella flotta, in particolare nella capacità delle navi – allungandone sei - e nella performance ambientale, considerando che nel Mar Baltico, dove operano i traghetti di Finnlines, sono in vigore i più stretti limiti al mondo sulle emissioni di zolfo.  «Il consumo di carburante per tonnellata trasportata diminuisce quando a bordo di una nave può essere caricata una quantità considerevolmente maggiore di merci. Abbiamo anche cambiato le pale delle eliche, ripianificato gli orari, ottimizzato i percorsi, la velocità, il carico e l'assetto.

L'obiettivo dell'International Maritime Organization è di ridurre le emissioni di anidride carbonica di almeno la metà entro il 2050 rispetto ai livelli del 2008. L'Ue ha recentemente pubblicato i suoi dati sulle emissioni di CO2 nel settore navale per il 2018. Finnlines ha dichiarato che le emissioni di CO2 della sua flotta tra il 2008 e il 2018 sono state ridotte di circa il 30 per cento. L'obiettivo, su certi parametri, è di andare anche oltre i limiti stabiliti dall'IMO. «Questa attenzione alla sostenibilità – commenta Grimaldi - richiede ulteriori investimenti. Di recente abbiamo ordinato tre nuovi ro-ro verdi, che saranno costruiti per produrre emissioni zero nei porti e mirano a spingere oltre i regolamenti per il Baltico. Stiamo anche per ordinare due navi ro-pax di classe Superstar al fine di rafforzare la crescita del nostro business passeggeri in forte sviluppo. Queste navi saranno le unità migliori e più rispettose dell'ambiente della loro categoria, con un carico di 5,800 metri lineari e quasi mille passeggeri».

«La spedizione è già il mezzo di trasporto più rispettoso dell'ambiente – conclude Grimaldi - la nostra spinta verso la sostenibilità garantirà che Finnlines mantenga la sua ecologia come precursore del settore nella regione del Mar Baltico».