|
adsp napoli 1
03 ottobre 2022, Aggiornato alle 12,17
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Trimestre a doppia cifra per Finnlines

Ricavi maggiori del 27 per cento rispetto al 2021, grazie ai forti volumi di carico e alla ripresa dei passeggeri. Grimaldi: "La guerra potrebbe rallentare l'economia finlandese"

Un eliporto su una nave di Finnlines (Petra B. Fritz/Flickr)

La compagnia marittima finlandese Finnlines, gestita dal gruppo Grimaldi, ha registrato ricavi per 157 milioni di euro nel primo trimestre, con un aumento del 27 per cento rispetto ai primi tre mesi del 2021. I servizi di trasporto marittimo hanno generato ricavi per 150 milioni, di cui quelli relativi ai passeggeri pari a 7,5 milioni. Le entrate delle operazioni portuali sono state di 12,1 milioni. I volumi di carico sono nettamente superiori ai livelli del 2001, così come quelli dei passeggeri. Anche i ricavi delle operazioni portuali sono aumentati a causa della crescita del carico.

Tra gennaio e marzo Finnlines trasportato 199 mila (187 mila nel 2021) unità di carico, spedito 36 mila (44 mila) auto, trasportato 375 mila (305 mila) tonnellate di merci non misurabili in unità e 117 mila (101 mila) passeggeri, escludendo quelli imbarcati con mezzo pesante al seguito, cioè i passeggeri collegati alla merce rotabile.

«L'Europa sta affrontando una guerra Russia-Ucraina in questo momento, ciò influisce sull'intera economia dell'Ue e potrebbe probabilmente rallentare anche l'economia finlandese», commenta il CEO di Finnlines, Emanuele Grimaldi. «Abbiamo fermato - continua - le nostre navi che operano da e verso la Russia insieme alle sanzioni dell'Ue. Il traffico russo non rappresenta una quota significativa del nostro fatturato ma ha ben integrato le nostre altre linee».

Finnlines ha venduto la nave ro-pax Finnclipper al gruppo Grimaldi nel marzo 2022, ma presto acquisterà la nave ro-pax Vizzavona (ex Finneagle) dalla capogruppo per sostituire Finnclipper. La nave ro-ro noleggiata, Eurocargo Savona, è tornata al Gruppo Grimaldi a metà marzo scorso. «La capacità del gruppo Grimaldi e Finnlines di scambiare navi ro-ro e ro-pax tra il Mediterraneo e il Mar Baltico aumenta la nostra capacità di fornire servizi ai nostri clienti quando necessario e flessibilità nella nostra rete durante la pianificazione della capacità», spiega Grimaldi.

La prima nave della serie "Eco", Finneco I, è stata consegnata il 28 aprile scorso dal cantiere navale Jinling di Nanchino. Finneco II e Finneco III seguiranno nel maggio 2022 e altre due Superstar ro-pax nel 2023. «Gli armatori di tutto il mondo – continua Grimaldi - si stanno adoperando per raggiungere l'obiettivo dell'IMO e dell'UE di ridurre le emissioni di CO2 del 50 per cento entro il 2050. Il Gruppo Grimaldi e Finnlines hanno effettuato importanti investimenti in tecnologie ambientali, rinnovamento della flotta, allungamento delle navi e, inoltre, in programmi di nuove costruzioni ecologiche per un valore di miliardi di euro. «Il programma da 500 milioni Finnlines per nuove costruzioni ecologiche – conclude Grimaldi - ridurrà considerevolmente l'impronta di carbonio del Baltico e ci consentirà di raggiungere l'obiettivo dell'IMO e dell'Ue con largo anticipo. Attraverso questo investimento ambizioso possiamo portare ai nostri clienti non solo economie di scala e una maggiore frequenza ma un'infrastruttura verde e ben programmata nel Mar Baltico, nel Mare del Nord e fino al Golfo di Biscaglia».

-
credito immagine in alto