|
napoli 2
19 settembre 2020, Aggiornato alle 22,47
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Armatori

Trieste, Costa Crociere riparte

Costa Diadema ha lasciato il porto, diretta verso Bari. L'unica compagnia crocieristica italiana torna operativa dopo quasi sei mesi di stop. Il 19 settembre tocca a Costa Diadema

Un passeggero si imbarca a bordo di Costa Deliziosa, a Trieste, il 6 settembre 2020

Costa Crociere ritorna a navigare. Costa Deliziosa è partita oggi, intorno alle 18, da Trieste, e rappresenta la prima nave dell'unica compagnia crocieristica battente bandiera italiana a riprendere il mare dopo quasi sei mesi di stop. Un viaggio di una settimana toccando, in questa prima fase di ripartenza, solo porti italiani: Bari, Brindisi, Corigliano-Rossano, Siracusa e Catania.

Posizionata nell'Adriatico, a Costa Deliziosa seguirà, posizionata nel Tirreno, Costa Diadema, in partenza il 19 settembre Genova. Anche in questo caso itinerario di soli porti italiani: Civitavecchia/Roma, Napoli, Palermo, Cagliari e La Spezia. Infine, ad ottobre tornerà operativa anche l'ammiraglia Costa Smeralda, seguita a dicembre da Costa Firenze, nuova nave della compagnia in costruzione presso lo stabilimento Fincantieri di Marghera.

«È un grande piacere poter dare nuovamente il benvenuto a bordo ai nostri ospiti dopo oltre cinque mesi di pausa», commenta Michael Thamm, Group CEO Costa Group e Carnival Asia. «Nelle ultime settimane – spiega - abbiamo lavorato insieme alle autorità per l'implementazione delle nuove procedure sanitarie che consentiranno agli ospiti di godere appieno della loro esperienza di crociera nel rispetto della massima sicurezza. Nel frattempo, stiamo continuando a tenere monitorata la situazione per una ripartenza progressiva da ottobre di altre navi, con una estensione degli itinerari anche agli ospiti dei mercati europei in cui operiamo».

All'arrivo al terminal di Trieste, che avviene in fasce orarie differenziate grazie al check-in online, ogni passeggero è sottoposto al controllo della temperatura corporea, alla verifica del questionario sanitario e a un test con tampone antigenico. Passati questi test, l'ospite è idoneo a imbarcarsi. In caso di tampone positivo si verifica il risultato con un tampone molecolare. L'equipaggio, invece, è sottoposto direttamente al test del tampone molecolare, una volta al mese, e si imbarca dopo due settimane di quarantena. Il test sull'equipaggio viene inoltre ripetuto una volta al mese.

Nel corso delle tappe, i crocieristi potranno scendere solo tramite escursione, chiamate "escursioni protette", ma non in autonomia, così da tenere sotto controllo i contatti tra le persone. Non per questo non si potranno visitare i siti turisti come, in questo caso con Costa Deliziosa, Lecce, Ostuni, Otranto, Alberobello, Gallipoli, Taormina, Noto, Modica, Ragusa, Sibari.

La crociera in sostanza non cambia ma tutto è stato riorganizzato seguendo il distanziamento sociale e la necessità di mantenere un ambiente pulito, con la nave riempita all'incirca per tre quarti. Gli spettacoli verranno ripetuti più volte per gruppi ristretti di persone; i ristoranti offrono solo il servizio al tavolo; la capacità delle sedute nei teatri, show lounge, bar e ristoranti è stata rivista per tenere conto del distanziamento fisico; per alcune aree, come spa, piscine, miniclub per bambini, sono previsti ingressi scaglionati con un numero limitato di persone alla volta. Ovviamente, è stata potenziata tutta l'attività di pulizia e vengono incentivate le buone abitudini. Gli erogatori igienizzanti, in altre parole, saranno dappertutto.