|
napoli 2
28 ottobre 2021, Aggiornato alle 14,00
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Tre navi su quattro demolite nel Sud Est asiatico

Shipbreaking Platform ha pubblicato il suo report trimestrale


Nel secondo trimestre del 2021 sono state smantellate nel mondo un totale di 258 navi. Di queste, 197 sono state demolite sulle spiagge del Sud Est asiatico (il 76% del totale), dove le precarie condizioni di lavoro mettono a rischio la vita delle persone e dell'ambiente. Lo spiega South Asia Quarterly Update #26, il nuovo numero della pubblicazione trimestrale di NGO Shipbreaking Platform

Gli armatori degli Emirati Arabi Uniti sono quelli che hanno venduto la maggior parte delle navi ai cantieri di Bangladesh, India e Pakistan. Seguono gli armatori greci, singaporiani e sudcoreani. Quasi un terzo delle navi, riferisce Shipbreaking Platform, avviate alla demolizione in Asia del sud ha cambiato bandiera, iscrivendosi nei registri di Comore, Gabon, Palau e St. Kitts and Nevis poche settimane prima di raggiungere la spiaggia di fine-vita. Queste bandiere non sono tipicamente usate durante la vita operativa delle navi, ma offrono sconti allettanti per la registrazione durante "l'ultimo viaggio".