|
adsp napoli 1
20 aprile 2024, Aggiornato alle 20,22
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2

Trasporti marittimi europei, le priorità Ecsa per i prossimi cinque anni

Le compagnie del vecchio continente posseggono il 39,5% della flotta mondiale


In vista delle elezioni europee di giugno, l'Ecsa (European Community Shipowners' Association) lancia le sue priorità politiche per i prossimi cinque anni. L'Europa sta affrontando una trasformazione esistenziale mentre si sforza di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, mantenendo al contempo la leadership industriale a livello globale.

Il trasporto marittimo europeo, ricorda la Federazione del Mare, è stato una pietra miliare della sicurezza energetica, alimentare e della catena di approvvigionamento del vecchio continente. Il trasporto via mare europeo, che rappresenta il 39,5% della flotta mondiale, consente all'Europa di svolgere un ruolo di primo piano nelle catene di approvvigionamento internazionali. Le navi forniscono le merci e l'energia di cui abbiamo bisogno, sostengono le esportazioni dell'Ue e collegano i cittadini europei all'interno dell'Europa e con il resto del mondo.

Per garantire che il trasporto marittimo continui a svolgere un ruolo strategico per la sicurezza dell'Europa, le priorità dell'Ecsa per il periodo 2024-2029 presentano raccomandazioni politiche basate su quattro pilastri: la transizione climatica ed energetica, la transizione verde e digitale incentrata sulle persone, il finanziamento delle navi e la competitività e il commercio.
 

Tag: ecsa