|
napoli 2
14 novembre 2019, Aggiornato alle 17,31
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

Click&Boat 2
Cultura - Eventi

Stella Maris verso il centenario

L'Apostolato del Mare celebrerà il secolo di vita a Glasgow tra il 29 settembre al 4 ottobre. Nella stessa occasione si terrà anche il XXV congresso mondiale


(Un breve excursus storico in vista del XXV congresso mondiale e del centenario della Stella Maris)

di Peter K. A. Turkson (cardinale) DL News

Come scrisse Peter Anson: "Un incontro ha avuto luogo presso l'Istituto cattolico, in Cochrane Street, [Glasgow] alle 20.00 del 4 ottobre 1920 durante il quale si è discusso sulla necessità di rilanciare la visita delle navi nelle parrocchie rivierasche". Quella notte a Glasgow iniziava una nuova era per la pastorale dei marittimi della chiesa cattolica. Tutti i Pontefici che da allora hanno guidato la chiesa hanno benedetto ed incoraggiato lo sviluppo di questo Apostolato.

Papa Pio XI approvò e benedisse le prime Costituzioni nell'aprile del 1922 "nella certezza che una così nobile iniziativa, largamente secondata dallo zelo di fervorose anime sacerdotali, vada sempre più dilatandosi nelle zone marittime dei due emisferi". Il 7 settembre 1956, Pio XII parlando dell'Apostolato del Mare disse: ‘Ci è di grande consolazione apprendere come i marinai che raggiungono i porti del mondo si stiano abituando a cercare l'aiuto che siete disposti a dare loro. Oltre ad offrire loro i benefici spirituali della religione, voi estendete il vostro apostolato al servizio sociale; e fate bene'.

Nel 1963 Papa Giovanni XXIII affermò che "questa particolare situazione del mondo marittimo richiede il Vostro operato... è auspicabile che i marittimi siano aiutati a condurre un'autentica vita cristiana nel loro ambiente. Ed è con un grande piacere che Ci congratuliamo con voi per il buon lavoro svolto finora per rendere più facile la conoscenza di Cristo".

Il 24 aprile 1970 Papa Paolo VI rivolgendosi alla gente del mare a Cagliari asserì che "come marittimi, come uomini, come cristiani: la rete delle opere dell'Apostolato del Mare, ormai estesa in tanti porti della terra, non vi lascia soli, vi attende  e vi assiste; voi lo sapete". San Giovanni Paolo II nell'ottobre 1982 ai partecipanti al XVII Congresso Mondiale in Roma assicurava  che "la Chiesa desidera condurre tutti i battezzati  ad una più piena e sistematica conoscenza della persona e del messaggio di Gesù Cristo. Nell'adempimento di questa missione rivolta ai marittimi, voi affrontate un compito altamente esigente e difficile".

Nel 2012 Benedetto XVI si rivolgeva ai partecipanti al XXIII Congresso Mondiale, a Roma, con le seguenti parole: "La vulnerabilità dei marittimi, pescatori e naviganti deve rendere ancora più attenta la sollecitudine della chiesa e stimolare la materna cura che, attraverso di voi, manifesta a tutti coloro che incontrate nei porti o sulle navi, o assistete a bordo nei lunghi  mesi d'imbarco". E più di recente Papa Francesco nell'Angelus dell'8 luglio 2018: "Prego per loro [marittimi e pescatori] e per le loro famiglie, come pure per i cappellani e i volontari dell'Apostolato del Mare". Con questa lettera ho il piacere di annunciare il XXV Congresso Mondiale e la celebrazione del centenario della Stella Maris (Apostolato de Mare) dal 29 settembre al 4 ottobre 2020 a Glasgow, Scozia. 
 

Tag: marittimi