|
adsp napoli 1
21 maggio 2024, Aggiornato alle 18,55
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Logistica

Sportello unico marittimo, Circle svilupperà un sistema per i Paesi extra-Ue mediterranei

Il gruppo milanese quotato in Borsa vince una gara dell'Emsa, uno studio di fattibilità per armonizzare l'amministrazione doganale marittima di dodici Paesi del Mediterraneo orientale e del Nord Africa

Il lungomare di Ashodod (vic15/Flickr)

Il gruppo milanese Circle Group, specializzato in servizi digitali portuali e intermodali e in consulenza ambientale (parte di Circle Spa, mercato della Borsa italiana), ha vinto una gara dell'Agenzia europea per la sicurezza marittima (EMSA) per realizzare uno studio di fattibilità sullo sviluppo dello Sportello Unico Marittimo per un gruppo di dodici Paesi confinanti con l'Europa: Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Marocco, Palestina, Tunisia, Georgia, Moldavia, Turchia e Ucraina. 

La commessa vale 144 mila euro e rientra nelle attività di armonizzazione delle formalità amministrative per le navi che scalano i Paesi confinanti con l'Europa ma all'interno del flusso merci marittimo che interessa il mercato continentale. Lo sportello unico marittimo sostanzialmente digitalizza la burocrazia legata allo sbarco e imbarco delle navi che scalano i porti europei e confinanti, in questo caso quelli del Mediterraneo, semplificando i flussi informativi, automatizzando, per esempio, alcune verifiche doganali, o anticipando alcuni nulla osta durante la navigazione della nave, prima che questi arrivi nel porto di scalo. 

Circle parteciperà a questo studio di fattibilità collaborando con la società di consulenza Open Plan Consulting, un consorzio formato da esperti del settore marittimo che ha partecipato anche a gare della DG Move, la direzione generale della Commissione europea responsabile dei trasporti, e a diverse iniziative nell'ambito della semplificazione digitale in Africa, Oceano Indiano e Pakistan.

-
credito immagine in alto

Tag: dogane