|
napoli 2
24 settembre 2021, Aggiornato alle 14,33
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Sogesid entra nella bonifica della Falcata di Messina

Convenzione tra l'Autorità portuale dello Stretto e la in house ministeriale per velocizzare le caratterizzazioni ambientali

La Falcata di Messina (Kim/Flickr)

Un nuovo impulso per la riqualificazione della zona Falcata di Messina, con il potenziamento delle basi tecniche e scientifiche necessarie alla sua bonifica. Con questo obiettivo l'Autorità di sistema portuale dello Stretto ha siglato con Sogesid, società in house dei ministeri della Transizione Ecologica e delle Infrastrutture, una convenzione incentrata sulla caratterizzazione ambientale dell'area all'ingresso del porto di Messina, alla cui punta è eretta la stele della Madonna della Lettera.

La Convenzione prevede l'aggiornamento e l'integrazione del Piano di caratterizzazione ambientale: saranno raccolti dati e informazioni sull'assetto piezometrico, la parametrizzazione idrodinamica dell'acquifero e lo stato di contaminazione della falda nelle tre zone interessate. Sogesid gestirà la fase esecutiva del Piano analizzando i dati. Inoltre, dovrà ricostruire il modello idrogeologico e di diffusione degli inquinanti con l'ausilio di modelli numerici e software dedicati, producendo una prima identificazione degli interventi di messa in sicurezza e bonifica del sito.

Per il presidente dell'Autorità di sistema portuale, Mario Mega dichiara, la restituzione della Zona Falcata alla fruizione urbana «è uno degli obiettivi strategici dell'AdSP dello Stretto. Fondamentale è in questa prospettiva avviare quanto prima gli interventi di bonifica per i quali occorre dotarsi dei relativi progetti oltre che dei finanziamenti. L'attivazione di questa intesa con Sogesid, ha la finalità di operare con il supporto di una struttura tecnica specializzata che ci consentirà di fare presto e bene, rispettando il
complesso quadro normativo che sovraintende a questo settore, ma soprattutto secondo le più avanzate tecniche oggi validate per le bonifiche dei siti inquinati». Sogesid lavora già in altri scali portuali affiancando le istituzioni. 

Nel corso della presentazione alla stampa dell'iniziativa, la sottosegretaria al ministero dell'Istruzione, Barbara Floridia, concludendo, ha detto che «la Zona Falcata, gioiello dal valore inestimabile e patrimonio dei messinesi e non solo, deve rivedere al più presto la luce con la pronta bonifica delle aree e la riprogettazione degli spazi di vivibilità. Sono certa che questo accordo consentirà il sollecito perseguimento di questi scopi, essendosi dotata l'amministrazione della professionalità consolidata dei tecnici di Sogesid, esperti nel risanamento e nella sostenibilità ambientale».

-
credito immagine in alto