|
adsp napoli 1
17 luglio 2024, Aggiornato alle 19,21
forges1

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

forges4
Armatori

Siccità, Panama costretta a tagliare i transiti del 40%

Le acque del canale si sono ridotte a livelli senza precedenti per questo periodo dell'anno


L'Autorità del Canale di Panama ha pubblicato i piani per ridurre drasticamente i transiti nel canale nei prossimi tre mesi poiché riferisce che i livelli dell'acqua hanno continuato a scendere a quote senza precedenti per questo periodo dell'anno. Il piano attuale vedrebbe i transiti ridotti del 43% entro il primo febbraio 2024, con le grandi navi portacontainer e le metaniere e Gpl, che probabilmente saranno tra le più colpite dalla nuova tornata di tagli.

"Le precipitazioni registrate per ottobre sono state le più basse mai registrate dal 1950", scrive l'Authority centroamericana nel suo nuovo avviso. Segnalano che la stagione delle piogge è iniziata in ritardo e con meno di un mese rimasto è probabile che sarà ben al di sotto dei livelli normali. Le precipitazioni di ottobre sono inferiori del 41% ai livelli normali, facendo sì che il 2023 si classifichi come il secondo anno più secco mai registrato. Altrettanto preoccupanti per le operazioni del canale, spiega Maritime-Executive, sono le previsioni meteorologiche a lungo termine che mostrano che ci si può aspettare il 38% in meno di pioggia per il resto dell'anno.

Dopo aver ridotto il pescaggio massimo delle navi da 50 piedi (15,2 metri) a 44 piedi (13,4), 39 piedi (11,9) alle chiuse Panamax, l'autorità ha lavorato per mantenere i livelli attuali. Hanno deciso di ridurre il numero dei transiti giornalieri adottando anche misure di risparmio e conservazione dell'acqua. Evidenziano l'aggiunta di bacini per il risparmio idrico alle chiuse Neopanamax e una tecnica di riempimento incrociato alle chiuse Panamax. 
 

Tag: navi - ambiente