|
napoli 2
17 settembre 2021, Aggiornato alle 09,41
intersped 2

Informazioni MarittimeInformazioni Marittime

unitraco2
Infrastrutture

Scali pugliesi, rinviato al 2022 l'adeguamento dei diritti portuali

Iniziativa assunta a sostegno delle compagnie di navigazione fortemente penalizzate dal calo del traffico determinato dall'emergenza sanitaria

Ugo Patroni Griffi

L'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale rinvia al primo gennaio 2022 l'adeguamento dei diritti portuali, previsto per il primo gennaio 2021, un'iniziativa assunta a sostegno delle compagnie di navigazione, traghetti e passeggeri, fortemente penalizzate dal calo del traffico determinato dall'emergenza sanitaria. Attraverso il provvedimento, quindi, si lasciano inalterate per tutto il 2021 le misure applicate nel 2020.

Lo ha deliberato all'unanimità il comitato di gestione dell'ente che ha inteso accogliere la proposta del presidente Ugo Patroni Griffi indirizzata a sostenere, in un periodo di forte crisi, il tessuto economico del cluster marittimo che opera nei cinque porti del sistema. "Da 8 mesi, ormai, stiamo affrontando la pandemia da Coronavirus - commenta il presidente - un disastro che sta determinando effetti drammatici sul sistema economico globale, afflitto da una crisi senza precedenti. In questo momento più che mai, pertanto, ritengo sia indispensabile fare sistema e sostenere gli operatori, oggi particolarmente colpiti, che domani avranno l'arduo compito di riaccendere il motore per la ripresa del Paese. Il sostegno pubblico adeguato e rapido può contribuire ad attenuare le conseguenze della crisi e ad allentare le tensioni". A breve, l'ordinanza n. 24 del 2-11-2020 sarà consultabile sul sito dell'AdSP MAM.
 

Tag: porti